Pechino conferma arresto dipendente consolato Gb a Hong Kong

Fth

Roma, 21 ago. (askanews) - Il governo cinese ha confermato oggi la detenzione di un dipendente del consolato britannico a Hong Kong, scomparso dall'8 agosto, in un contesto di tensione a causa delle proteste nell'ex colonia britannica. Lo ha riferito la France Presse.

Geng Shuang, portavoce della diplomazia cinese, ha affermato in una conferenza stampa che l'uomo è stato trattenuto per 15 giorni nella città meridionale di Shenzhen, città cinese vicina a Hong Kong, per aver violato una legge sulla pubblica sicurezza.