Pechino: proteste Hong Kong sembrano rivoluzioni colorate

Mos

Roma, 8 ago. (askanews) - Le proteste a Hong Kongo contro l'amministrazione della provincia semi-autonoma cinese hanno le "evidenti caratteristiche di una rivoluzione colorata". L'ha affermato il più alto esponente del governo cinese incaricato delle questioni relative all'ex colonia britannica, Zhang Xiaoming, direttore dell'Ufficio per gli affari di Hong Kong e Macao in seno al Consiglio di Stato (il governo di Pechino, ndr.).

"La più pressante e sovrastante sfida al momento è quella di fermare la violenza, il caos e restaurare l'ordine, in modo da salvaguardare la nostra patria e impedire che Hong Kong cada nell'abisso", ha detto Zhang, secondo quanto riporta il South China Morning Post.

Zhang, parlando a un seminario a Shenzhen destinato a 500 esponenti filo-cinesi di Hong Kong, ha ribadito il sostegno alla Chief Executive Carrie Lam, le cui dimissioni sono chieste a gran voce dai manifestanti. "Il governo centrale sostiene al 100 per cento la leadership di Lam", ha detto Zhang. Ma ha chiarito che, se la cosa dovesse sfuggire dalle mani del governo locale, Pechino non resterà a guardare. "In base alla legge fondamentale, le autorità centrali hanno ampi strumenti e sufficiente forza per gestire ogni possibile disordine, se dovesse verificarsi", ha spiegato.