Pechino rigetta critiche Parigi e Berlino su Hong Kong

Ihr

Roma, 28 nov. (askanews) - Il governo cinese ha respinto le critiche di Francia e Germania sulla situazione di Hong Kong e sulle condizioni dei detenuti musulmani uiguri ribadendo che nessun governo "ha il diritto di ingerirsi negli affari" del Paese.

A proposito di Hong Kong, Jean-Yves Le Drian, capo della diplomazia transalpina, aveva fatto osservare che i risultati delle elezioni di domenica avevano "segnato uno scacco per le autorità di Pechino". "Il discorso di oggi da parte di Pechino sulla rottura fra l'opinione e i manifestanti non era giusto", aveva aggiunto davanti all'Assemblea nazionale. Il portavoce cinese ha replicato che nessun "governo straniero, organizzazione o individuo ha il diritto di ingerirsi" negli affari di Hong Kong.(Segue)