Pecoraro: da Calabria sfida con 30.000 giovani per Ambiente e legalità

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 22 nov. (askanews) - "La scelta dei Carabinieri forestali di ricordare dall'università di Reggio Calabria la festa degli alberi e piantare l'albero di Falcone è un segnale forte in una regione che,a partire dal Parco dell'Aspromonte, può coinvolgere migliaia di giovani in una rinascita civile e ecologica". Lo afferma Alfonso Pecoraro Scanio presidente della fondazione Univerde - che da ministro dell'agricoltura reintrodusse la festa degli alberi nelle scuole - intervenendo al convegno 'Alberi: Linfa delle città" organizzato dai Carabinieri forestali presso l'aula magna dell'Università del mediterraneo di Reggio Calabria con centinaia di studenti presento e in collegamento altri 30.000 studenti delle scuole calabresi e aggiungendo: "Complimenti al comandante dei carabinieri forestali Antonio Marzo , al rettore Giuseppe Zimbalatti e ai tanti docenti e studenti che hanno reso questo momento davvero partecipato. Ambiente e Legalità sono ovunque un connubio essenziale e il lavoro che fanno il Parco Nazionale dell'Aspromonte e le altre realtà di protezione ambientale sono essenziale in una terra dove la criminalità ha spesso utilizzato e distrutto risorse naturali preziose".