Pecoraro Scanio: nave dissalatrice coniuga innovazione e ambiente

·1 minuto per la lettura
featured 1516863
featured 1516863

Roma, 22 set. (askanews) – “Il futuro è la transizione ecologica e quella digitale, quindi mettere insieme i temi dell’ambiente e quelli dell’innovazione. E la nave dissalatrice è il frutto di un lavoro di ricerca, sostenuto anche dal ministero dello Sviluppo economico, che punta a superare le difficoltà di una serie di dissalatori. Io ho visto personalmente il caso di Ventotene: dissalatori che danneggiano le aree marine protette, danno acqua di scarsa qualità e in quel caso addirittura aveva bucato i tubi dell’acquedotto. Quindi sappiamo che dobbiamo assolutamente intervenire per fare in modo che ambiente e innovazione vadano di pari passo. Io credo che il lavoro che facciamo è sull’innovazione e questo serve al nostro paese, per di più per diventare leader nel Mediterraneo e nei mari del mondo di una tecnologia che ci consentirebbe di migliorare le forniture. Ovviamente si tratta anche di dare segnali diversi ai dissalatori che ci sono a terra. Facciamo in modo di creare una serie di tecnologie che siano utili all’ambiente e alla salute”.

OUT: 00.04.12

Così il presidente della Fondazione UniVerde Alfonso Pecoraro Scanio al convegno svoltosi oggi a Roma “Alternative sostenibili ai dissalatori sulle isole. Allarme inquinamento e qualità delle acque” organizzato da Fondazione UniVerde e da Marevivo in partnership con Marnavi che ha presentato la sua unità di dissalazione mobile in grado di produrre, stoccare e trasportare acqua portabile.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli