Peculato, sequestro da 500mila euro a ex deputato siciliano

Xpa

Palermo, 5 feb. (askanews) - La Guardia di finanza di Palermo ha sequestrato 500mila euro all'ex deputato regionale siciliano Tony Rizzotto, di 67 anni, e al 45enne Alessandro Giammona, accusati di peculato per aver sottratto denaro dalle casse dell'Istituto formativo per disabili e disadattati sociali (Isfordd), ente destinatario di fondi pubblici erogati della Regione Sicilia.

Il provvedimento è stato emesso dal gip di Palermo al termine di indagini, coordinate dalla Procura palermitana, scattate a seguito di denunce presentate già nel 2017 da diversi ex dipendenti dell'ente di formazione. In tali denunce venivano segnalate irregolarità nella gestione delle somme che dovevano essere impiegate per le finalità istituzionali per l'organizzazione di corsi di formazione a favore di categorie tutelate per l'inserimento nel mondo del lavoro.

Secondo quanto accertato dai finanzieri, il presidente dell'ente Tony Rizzotto ha ricevuto, tra il dicembre 2012 e l'agosto 2016 senza averne titolo, la somma di 32.520 euro tramite bonifici bancari e assegni tratti sui conti correnti dell'Isfordd, mentre il  responsabile esterno operazioni, Alessandro Giammona, utilizzando le credenziali di accesso ai conti correnti dell'Istituto di formazione fornitegli da Rizzotto, si era autoliquidato un totale di  456.993 euro negli anni 2013-2017, al fine di compensare le prestazioni, pur in assenza di qualunque rapporto lavorativo formalizzato con l'ente che dal 2012 al 2015 ha ricevuto finanziamenti pubblici con l'avviso 20 per 1,50 milioni di euro. (segue)