Pediatri Milano "contrari a più libera uscita minori" da case

Mda

Milano, 1 apr. (askanews) - Dai pediatri di famiglia a Milano giunge la richiesta di materiali protettivi, e la disponibilità a lavorare sul territorio per curare i bambini affetti da COVID 19, identificare situazioni di rischio e per collaborare con i centri per le vaccinazioni infantili. Ed esprimono contrarietà per una più libera uscita dei minori dalle loro abitazioni (se non per reale necessità), almeno fino ad un periodo di consolidata riduzione dei contagi da coronavirus.

Con una lettera aperta alle istituzioni, i pediatri chiedono materiali protettivi e informazione più efficace, ed offrono la disponibilità per assistere in collaborazione con Ats/Usca i bambini che hanno contratto il COVID19 ( meno grave che negli adulti, ma presente anche in età pediatrica), e costruire così anche una rete di sorveglianza per identificare all'interno delle famiglie potenziali situazioni di rischio, come la presenza di portatori asintomatici. I pediatri si dichiarano anche disponibili ad implementare l'azione dei centri vaccinali milanesi per recuperare le vaccinazioni perse nei periodi di chiusura.