Coronavirus: Bonaccini fa il punto sul suo stato di salute

·1 minuto per la lettura
bonaccini premier
bonaccini premier

Brutte notizie per il governatore dell’Emilia Romagna. Stefano Bonaccini è ancora positivo al coronavirus e i medici gli hanno diagnosticato una polmonite bilaterale ad uno stadio iniziale. Al momento ritengono comunque che possa essere adeguatamente curata da casa senza ricorrere ad un ricovero ospedaliero.

Bonaccini ha la polmonite bilaterale

Ad annunciarlo è stato lui stesso spiegando che, data la tosse persistente, si è sottoposto ad alcuni accertamenti che hanno fatto la diagnosi. Per il momento è ancora possibile monitorare le sue condizioni da casa senza andare in ospedale, “è questo è almeno un sollievo“. Continuerà dunque a svolgere il suo lavoro dal domicilio “rinunciando magari a qualche eccesso di stress che in questi mesi non mi ha certo aiutato” confidando nelle sue mediche.

Bonaccini si è poi soffermato sulle nuove restrizioni che entreranno in vigore nella sua regione. Pur consapevole del sacrificio richiesto, ha espresso la necessità di fare un ulteriore sforzo per impedire al virus di nutrirsi di sottovalutazione e insofferenza. I posti letto, ha continuato, non sono infiniti così come non lo è la capacità di sopportazione dei lutti, della malattia e della sofferenza.

Né possiamo ignorare le regole e poi dire che il lavoro o la scuola non si possono fermare“, ha aggiunto. Per questo ha invitato tutti i cittadini al rispetto delle limitazioni, comprese quelle non scritte come il rimanere a casa se non per esigenze particolari, affinché si possano rallentare i ricoveri, contenere i decessi e tutelare il diritto alla salute, al lavoro, alla scuola. Di qui dunque il suo appello e
la garanzia “che io farò la mia parte fino in fondo, anche da qui“.