Peirone (Ist. Friedman): "Serve normativa a livello nazionale"

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 set. (Adnkronos) – Nel progetto di riforma del comparto dei giochi è necessario "uniformare la normativa a livello nazionale. Non ci può essere una regione che decide per se stessa" così da evitare "distorsioni nella concorrenza". Una normativa che vista l'evoluzione delle tecnologia "va aggiornata" ai tempi attuali. E poi il contrasto al gioco illegale online "attraverso l'istituzione di una task force". Sono alcune delle proposte avanzate da Dario Peirone, direttore generale dell’Istituto Friedman, in apertura dei lavori del convegno 'Gioco legale: la necessità di riordino – Proposte per una riforma organica del settore'.

Il settore del gioco legale "da solo paga l'equivalente del reddito di cittadinanza per un anno, i cui fondi equivalgono al gettito fiscale" che proviene dal comparto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli