Pell: Chiesa non fa business, non per questo pu essere corrotta

Ska

Roma, 30 giu. (askanews) - Il cardinale australiano George Pell, prima incarcerato e poi prosciolto in Australia dall'accusa di abusi sessuale su minori, ex prefetto della Segreteria vaticana per l'Economia, sostiene il programma per il management nella Chiesa (Pcm, Program of Church Management) della Pontificia universit della Santa Croce dell'Opus Dei a Roma.

Il Pcm fu fondato su spinta dello stesso Pell all'epoca in cui era in Vaticano.

"Dire che la Chiesa non fa business non giustifica il fatto di essere inefficienti, e ancor meno corrotti", ha detto Pell.

Il porporato, in particolare, intervenuto via video ad una conferenza per il lancio di uno specifico progetto, i Global Institute of Church Management (Gicm), iniziativa "non-profit indipendente basata negli Stati Uniti e diretta da un board laico", si legge in una nota, per "assistere le istituzioni della Chiesa a applicare le migliori pratiche del management in modo da riflettere in modo esemplare l'insegnamento morale e sociale della Chiesa".