Peluffo(Pd): straordinario bis a Varese, ora vincere in Lombardia

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 18 ott. (askanews) - "Con un risultato straordinario, addirittura al di sopra di tutti i pronostici della vigilia, Davide Galimberti rivince Varese, la città che da oggi si è davvero affrancata dalla Lega e dalle sue politiche". Lo ha scritto in una nota il segretario Pd lombardo, Vinicio Peluffo. "Nonostante i mille comizi di Salvini e Fontana, i varesini hanno premiato la continuità, hanno scelto nuovamente la buona politica di Galimberti. La sconfitta di Varese per la Lega e la destra è un chiaro campanello d'allarme per la coalizione che governa da troppo tempo la Regione. Il vento è cambiato, evidentemente. Non esistono più roccaforti, non esistono più scrigni di voti" ha aggiunto.

"La pandemia ha lasciato il segno. Le scelte controverse e spesso controproducenti di Fontana, che ricordiamo è stato sindaco di Varese prima di Galimberti, e le prove muscolari di Salvini, con le sue contraddizioni e il suo opportunismo sui vaccini, hanno pesato. Ma l'esito del voto è dipeso principalmente dalla buona amministrazione del centrosinistra. Il voto è stato locale, ma la portata è sicuramente nazionale" ha continuato.

"Il Pd si è dimostrato anche in questa tornata amministrativa il perno della coalizione riformista e progressista. Siamo consapevoli che non esistono formule e che da soli non si vince in Lombardia. Proprio per questo abbiamo bisogno di allargare il perimetro del centrosinistra al confronto con il M5S, al civismo e a tutti quelli che ormai non si riconoscono più in una destra sovranista e non europeista. Vogliamo costruire un progetto che tenga insieme più esperienze. Per questo abbiamo bisogno più che mai delle intuizioni e della capacità di chi, proprio come Davide, ha sfidato e vinto in quella che la Lega considerava casa sua" ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli