Penalisti a Bonafede: inconciliabili posizioni su prescrizione

Red/Cro/Bla

Roma, 26 feb. (askanews) - Alla riunione convocata oggi presso il ministero della Giustizia l'Unione delle Camere Penali ha ribadito le proprie radicali critiche al progetto di riforma del processo penale approvato dal Consiglio dei ministri del 15 febbraio scorso sottolineando che rimangono "inconciliabili le rispettive posizioni sulla disciplina della prescrizione".

L'Ucpi ha ribadito la necessità che qualsiasi intervento sulla disciplina del processo per la sua ragionevole durata debba prevedere il rilancio dei riti alternativi abrogando le ostatività per il patteggiamento e abbandonando ogni riferimento al criterio dell'economia processuale per l'ammissione dell'abbreviato condizionato. Nessuna deroga ai principi di oralità ed immediatezza e alla necessità di procedere nuovamente all'istruttoria dibattimentale in caso di mutamento del giudice; salvaguardia dello strumento dell'appello.

(Segue)