Pensionato uccide la moglie e tenta il suicido a Brescia

Prima l'ha tramortita con un colpo di mattarello alla testa e poi l'ha colpita alla gola con un coltellaccio da cucina. Cosi Antonio Gozzini, 79 anni, pensionato, ex assistente tecnico scolastico, ha ucciso la moglie Cristina Maiolini, insegnante di lettere di 63 anni. Poi, forse in preda allo sconforto, l'uomo ha tentato di togliersi la vita tagliandosi le vene. A salvarlo l'arrivo di un amico a cui aveva telefonato dopo il delitto per confessargli la tragedia.

Ora l'uomo è piantonato in ospedale in stato di fermo per omicidio volontario. I magistrati lo interrogheranno appena l'uomo, affetto da disturbi psichici per cui era in cura, sarà in grado di ricostruire quanto accaduto.