Pensioni: Draghi, 'impegno a trovare soluzioni ma con sistema sostenibile'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 22 dic. (Adnkronos) – I provvedimenti sulle pensioni introdotti nella manovra sono di natura transitoria, quindi "che ci fosse bisogno di una riforma più ampia a me pareva normale e per questo il tavolo" con i sindacati "è iniziato. Il mio impegno è a mantenere un sistema che sia sostenibile, il vincolo è non rimettere in discussione questa sostenibilità del sistema contributivo". Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nella conferenza stampa di fine anno.

Il premier ha quindi stigmatizzato la "catena infinita di riforme" degli ultimi trent'anni, perché "questo continuo riformare inietta un'incertezza nelle persone che ha un effetto negativo sulle abitudini di consumo, di investimento e quindi sulla crescita dell'economia", occorre assicurare i pensionati "che il sistema non gli cambi sotto gli occhi ogni tre anni".

Quanto ai punti della riforma, per Draghi occorre puntare su quattro punti: "maggiore flessibilità in uscita; come si riesca ad organizzare, problema aperto, un sistema che garantisca un certo livello di pensioni per i giovani e per coloro che hanno attività precaria; cosa si può fare per riprendere la strada sulla previdenza complementare; come si va a evitare che sia punito" chi una volta in pensione continua a lavorare. Il premier ha poi assicurato che una volta raggiunto un accordo con i sindacati, le conclusioni "verranno condivise con le forze politiche".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli