Pensioni, intesa M5S-Pd: quota 100 depotenziata fino al 2021. Poi lo stop

Giuseppe Colombo
Pensioni

Uno tra gli uomini più operativi del nuovo governo, di quelli che si occupano di trovare il punto di congiunzione tra le agende di Pd e 5 stelle, la mette giù così con Huffpost: “Alla fine conviene a tutti tenere in vita quota 100, ma con meno soldi e con qualche modifica, così andrà a morire, non ha senso irrigidire le posizioni e dare un alibi a Salvini”. Ecco, il punto di una questione che potrebbe sembrare squisitamente economica e sociale - andare prima in pensione - è invece tutto politico: smantellare quota 100 è un’operazione che non conviene né ai dem né ai penstastellati. E infatti così non sarà. La soluzione è più sfumata: portare a compimento la fase di sperimentazione della misura, fino al 2021, ma in modalità depotenziamento. Meno risorse, paletti più stringenti. Così si spenderà di meno e quei soldi potranno essere usati per altro, a iniziare dallo stop all’aumento dell’Iva. Passati i due anni, quota 100 scomparirà. 

L’intesa a cui stanno lavorando in queste ore i due partiti di governo mira a tutelare gli interessi di entrambi. I pentastellati non possono rinnegare una misura voluta e difesa per un anno intero e infatti la neo ministra del Lavoro in quota 5 stelle, Nunzia Catalfo, si è subito prodigata a sottolineare che quota 100, così come ovviamente il reddito di cittadinanza, non scompariranno, prefigurando tuttavia delle misure correttive. Il Pd, dal canto suo, non ha mai gradito quota 100 e per i dem sarebbe più opportuno cestinarla, soprattutto per marcare una distanza dall’etichetta leghista attaccata su questo provvedimento. Ma la coabitazione con i grillini impone mediazione. Gli addetti ai lavori dei due partiti sono unanimi nel concordare che l’esperienza della quota 100 si esaurirà al termine del 2021 e questo non è un problema neppure per il Movimento dato che la misura è stata introdotta fin dall’inizio in modo sperimentale, con la durata appunto di tre anni, dal 2019 al 2021. Insomma,...

Continua a leggere su HuffPost