Pepe (Fareambiente): nemmeno lockdown ha fermato frodi agroalimentari

Red

Roma, 29 lug. (askanews) - Anche quest'anno l'associazione ambientalista Fareambiente in collaborazione con le forze di polizia, Rac, Nas e Gdf ha stilato il rapporto dell'ultimo anno sulle frodi agroalimentari. "Nemmeno il lockdown ha fermato il mercato delle frodi agroalimentari" dichiara il presidente dell'associazione ambientalista Fareambiente, Vincenzo Pepe. "Dagli illeciti agroalimentari possiamo e dobbiamo difenderci leggendo le etichette, chiedendo ai ristoranti la provenienza dei prodotti e prestando attenzione agli acquisti online, senza lasciarsi abbindolare dai prezzi". "I dati del 2019 - racconta Oreste Gerini, Direttore generale PREF del Dipartimento dell'Ispettorato Centrale della Tutela della Qualita' e della Repressione Frodi dei Prodotti - si sono concretizzati in risultati di assoluta eccellenza, parliamo di sequestri per oltre 300 milioni di euro, un numero di contestazioni amministrative di quasi 4500, 1400 prodotti che sono risultati irregolari all'analisi cliniche, pari al 10% di quelli analizzati, sequestri pari a 585 e diffide pari a oltre 2000". Particolarmente attivo nell'epoca Covid poi "il contrasto a prodotti che venivano commercializzati come aventi la capacità di prevenire o curare le infezioni da Covid19. Secondo il RaC (reparto anticontraffazione carabinieri) regione leader per gli illeciti agroalimentari nel 2019 è stata l'Umbria con un valore 1.508.400,00 euro. La seconda regione sul podio dell'illegalità per illeciti agroalimentari risulta essere l'Emilia Romagna con 1.263.081,88 euro, terza la Campania (1.088.665,00 euro).

Durante il lockdown sale invece sul podio la Lombardia. Importante anche il supporto offerto dal Comando carabinieri per la tutela della salute: "I carabinieri del Nas - sottolinea il Generale di Divisione Adelmo Lusi - sono impegnati ogni giorno nell'attività di controllo sulla filiera agroalimentare italiana, controllando sia la parte di realizzazione del cibo, fino ad arrivare alla grande distribuzione e quindi alle tavole dei nostri concittadini. Tutto questo per salvaguardare la salute degli italiani e cercare di scoraggiare quelle che sono le attività illecite che danneggiano grandemente il nostro Paese". Secondo i dati del 2019 della Guardia di Finanza il comparto maggiormente soggetto a illeciti è stato quello dei mosti e uve parzialmente fermentati, seguito dai vini, dai prodotti alimentari, dai legumi e prodotti di pasticceria. Importanti sequestri nel settore vinicolo anche da parte delle forze di polizia. Nel quadrimestre febbraio-maggio, quindi in piena pandemia, sono stati certificati 5,8 milioni di ettolitri di vino di qualità, l'equivalente di oltre 773 milioni di bottiglie.

"Quest'anno - ricorda Francesco Della Corte, componente Consiglio di Amministrazione del Gal Cilento Regeneratio - siamo arrivati all'undicesima edizione del nostro rapporto annuale sulle frodi agroalimentari e mai avremmo immaginato di inaugurare questa nuova decade con fatti così catastrofici, generati proprio dall'uso del cibo. Abbiamo quindi voluto soffermare la nostra attenzione anche sulla stigmatizzazione che ha avuto nel corso dei secoli la consapevolezza dell'importanza del legame inscindibile tra il buon cibo e una vita sana e longeva". "Parlare di illeciti agroalimentari significa parlare di agrofurbi e di criminalità organizzata" ha aggiunto in conclusione Anna Zollo, Responsabile scientifico e Vicepresidente Vicario FareAmbiente. "Ci siamo resi conto nella stesura del rapporto come questa non si sia fermata con il lockdown, anzi ha proliferato, è entrata nelle nostre case dalla porta d'ingresso, perchè molte aziende pur di sopravvivere sono state costrette a fare i conti con gli agrofurbi, mettendo sulla tavola degli italiani prodotti non sicuri. Grazie alle forze dell'ordine che continuano a lavorare quotidianamente per la tutela e la sicurezza della nostra salute".

Nel contrasto alle frodi agroalimentari non è mancato anche l'impegno da parte delle istituzioni politiche. Secondo l'on. Paolo Russo della Commissione Bilancio "bisogna ripartire dall'origine dei prodotti. Noi proviamo a farlo anche in Parlamento. Approveremo presto una nostra proposta che viene proprio da Fareambiente che introduce l'origine dei prodotti nei menù, Quindi finalmente avremo la possibilità quando andiamo al ristorante di sapere, non solo cosa mangiamo, ma quel prodotto da dove viene, dove è stato coltivato, dove, dove è stato confezionato. Se l'Italia fa l'italia riusciamo ad uscirne forti e ad essere più forti anche sui mercati internazionali".

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.
  • Tanzania, minatore-miliardario trova una terza pietra di tanzanite
    Notizie
    Askanews

    Tanzania, minatore-miliardario trova una terza pietra di tanzanite

    Venduta per due milioni di dollari

  • Alessandro Sallusti, dichiarazione d'amore a sorpresa in diretta tv
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Alessandro Sallusti, dichiarazione d'amore a sorpresa in diretta tv

    “Da quattro anni condividiamo la vita insieme, grazie per avermi dato una famiglia. Mi hai cambiato la vita”.

  • Famosa chef agli arresti domiciliari: la polizia la coglie in flagranza di reato
    Notizie
    notizie.it

    Famosa chef agli arresti domiciliari: la polizia la coglie in flagranza di reato

    Guai con la legge per la chef stellata Patrizia Di Benedetto: la donna è agli arresti domiciliari per furto.

  • Coronavirus: vittime, contagi, nuovi focolai. Le news in tempo reale
    Salute
    Yahoo Notizie

    Coronavirus: vittime, contagi, nuovi focolai. Le news in tempo reale

    Gli aggiornamenti in tempo reale sull'emergenza coronavirus in Italia.

  • La prima valletta di Bongiorno parla del conduttore: "Più intelligente di come lo consideravamo"
    Notizie
    notizie.it

    La prima valletta di Bongiorno parla del conduttore: "Più intelligente di come lo consideravamo"

    Sabina Ciuffini ricorda il celebre conduttore scomparso Mike Bongiorno: il messaggio commovente.

  • Georgina, sui social spuntano le foto del suo passato
    Notizie
    notizie.it

    Georgina, sui social spuntano le foto del suo passato

    Com'era Georgina Rodriguez prima di diventare famosa? Alcune foto spuntate sui social rivelano i dettagli sulla fidanzata di Cristiano Ronaldo.

  • Palermo, muore dopo aver ingerito dei gamberi. Il medico: "Episodio anomalo"
    Salute
    Yahoo Notizie

    Palermo, muore dopo aver ingerito dei gamberi. Il medico: "Episodio anomalo"

    Refka ha avuto uno choc anafilattico dopo aver ingerito dei gamberi ed è morta nel pomeriggio di sabato 1 agosto.

  • Un cambio di strategia che fa discutere tutta la comunità scientifica
    Notizie
    notizie.it

    Un cambio di strategia che fa discutere tutta la comunità scientifica

    "Giovani contagiatevi per essere immuni a settembre", la proposta dell'infettivologo francese Eric Caumes.

  • Ponte Genova, fratello vittima: "Riconsegnata struttura a chi ha ucciso 43 persone"
    Politica
    Adnkronos

    Ponte Genova, fratello vittima: "Riconsegnata struttura a chi ha ucciso 43 persone"

    "Mi ero preparato ma è servito a poco perché quando ho fatto la galleria di Coronata mi sono sentito male. Non è semplice comunque poter descrivere tutte queste emozioni perché, da una parte, penso a mio fratello e dall'altra guardo mia madre perché lei oggi è qui con me e mi dico devo essere più forte perché c'è anche lei". Lo ha detto Emmanuel Henao Diaz, fratello di Henry Diaz, una delle 43 vittime del disastro del ponte Morandi, presente sul nuovo viadotto dove a breve prenderà il via la cerimonia di inaugurazione alla presenza delle più alte cariche dello Stato. Gli altri membri del comitato dei familiari delle vittime, che hanno scelto di non partecipare alla cerimonia, incontreranno invece il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in prefettura prima dell'inizio della cerimonia. "Mio fratello - ha continuato -si sentiva al sicuro quando stava attraversando questa struttura ed è stato ucciso. Io mi sento al sicuro e non so se in un futuro per incapacità di Aspi Spea o Atlantia sarò ucciso anch'io. Ci vuole tantissima incapacità per riconsegnare questa struttura a chi ha già ucciso 43 persone". "Sicuramente sono vicino a lui, molto probabilmente lo vedrò: l'ho ringraziato tantissimo perché è stato grazie a lui e ai parenti delle vittime che questo evento è diventato più sobrio", così ha risposto Diaz parlando con i giornalisti accanto al tendone allestito sul nuovo viadotto dove alle 18:30 inizierà la cerimonia di inaugurazione alla presenza delle più alte cariche dello Stato. Diaz ha risposto così a chi chiedeva se incontrerà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che prima di partecipare alla cerimonia incontrerà invece in prefettura Genova i parenti delle vittime che hanno scelto di non partecipare all'inaugurazione pubblica. A chi chiedeva se fosse solo tra i familiari sul viadotto ad assistere alla cerimonia ha risposto: "Penso che ci siano anche altri, io comunque mi sento nell'obbligo morale e soprattutto mi sento nel dovere di farlo per mio fratello perché mio fratello non meritava di vivere una fine così atroce, l'ultimo momento di mio fratello è stato infernale, devastante".

  • Paura per Elisabetta Canalis: bici lanciata sugli scogli
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Paura per Elisabetta Canalis: bici lanciata sugli scogli

    Brutta avventura per la showgirl sarda Elisabetta Canalis e il marito Brian Perri.

  • Oms: "Non c'è pallottola d'argento contro Covid, forse non ci sarà mai"
    Salute
    Adnkronos

    Oms: "Non c'è pallottola d'argento contro Covid, forse non ci sarà mai"

    "Non c'è una pallottola d'argento al momento. E potrebbe non esserci mai". Lo ha detto il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, in conferenza stampa a Ginevra sul coronavirus facendo il punto sull'emergenza. "E' in corso la terza fase della sperimentazione di alcuni vaccini. Speriamo in vaccino efficace che possa evitare l'evitazione. Ma al momento non c'è una pallottola d'argento e potrebbe esserci mai", dice. Per fermare l'epidemia, quindi, servono "test, isolamento, tracciamento dei pazienti, quarantena per i contatti". Ogni individuo deve "osservare il distanziamento fisico, indossare una mascherina, lavare le mani regolarmente, tossire lontano dagli altri. Fatelo tutti". "Sappiamo dagli studi sierologici che la maggior parte delle persone rimane suscettibile a questo virus, anche in aree che hanno subito gravi focolai. Durante la scorsa settimana abbiamo visto diversi paesi che sembravano aver superato il peggio ora affrontare nuovi picchi di casi. Tuttavia, abbiamo anche visto come alcuni paesi o aree che hanno avuto un numero elevato di casi stanno ora controllando l'epidemia. Non è facile, ovviamente. Ma se ci impegnamo tutti non è mai troppo tardi, il virus può essere sconfitto", sottolinea citando Martin Luther King. "Come ci ha insegnato" il leader del movimento per i diritti civili degli afroamericani, "è sempre il momento giusto per fare la cosa giusta. Non è mai troppo tardi per adottare un approccio globale contro il virus", assicura. E la cosa giusta, ricorda, è seguire le misure efficaci contro il virus. Se i leader politici "lavorano intensamente con la popolazione, questa malattia può essere messa sotto controllo. Impariamo ogni giorno cose nuove su questo virus e sono lieto che il mondo abbia compiuto progressi nell'individuare i trattamenti che possono aiutare le persone con le forme più gravi di Covid-19 a guarire".

  • Gemma scomparsa? La dama si troverebbe in compagnia di una vecchia conoscenza di U&D
    Spettacolo
    notizie.it

    Gemma scomparsa? La dama si troverebbe in compagnia di una vecchia conoscenza di U&D

    Che fine ha fatto Gemma Galgani? Un indizio sui social sembra confermare dove starebbe trascorrendo le sue vacanze.

  • Sfogo della virologa: "Prossime 2-3 settimane saranno critiche"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Sfogo della virologa: "Prossime 2-3 settimane saranno critiche"

    "Si fanno feste, anche con gente sconosciuta, si va in discoteca. E anche se all'aperto, ma a 20 cm di distanza, il rischio è altissimo"

  • Commessa applica manovre di primo soccorso: bimbo di pochi mesi salvato
    Stile di vita
    notizie.it

    Commessa applica manovre di primo soccorso: bimbo di pochi mesi salvato

    All’Ovs di Mondovicino in provincia di Cuneo, un neonato ha rischiato di soffocare. Una commessa grazie al primo soccorso lo ha salvato.

  • La moglie di Totti si mostra in tutta la sua sensualità
    Spettacolo
    notizie.it

    La moglie di Totti si mostra in tutta la sua sensualità

    Ilary Blasi si è mostrata in versione provocante su Instagram.

  • Come ha fatto la Svezia ad appiattire la curva epidemica senza lockdown?
    Salute
    AGI

    Come ha fatto la Svezia ad appiattire la curva epidemica senza lockdown?

    A metà luglio, mentre i preoccupanti dati sui decessi rendevano sempre piuùrumoroso il coro di critiche contro la sua risposta alla pandemia, il primo ministro svedese, Stefan Lovfen, non aveva ceduto di un millimetro. La scelta di Stoccolma è stata controcorrente: nessun lockdown per non distruggere l'economia, forse con la speranza di raggiungere l'immunità di gregge. "La strategia è quella giusta, ne sono assolutamente convinto", aveva dichiarato al quotidiano Aftonbladet. Era il 16 luglio e la nazione scandinava stava registrando un numero di morti pro capite superiore a quello degli Stati Uniti.Due settimane dopo, i dati dicono che la Svezia è riuscita ad appiattire la curva epidemica senza nessun lockdown. La media settimanale dei nuovi casi è scesa a 200 alla fine del mese scorso, a fronte dei circa 1.140 di metà giugno. E il numero quotidiano di decessi legati al coronavirus è da due settimane a due cifre, dopo aver toccato un massimo di 115 a metà aprile. L'epidemia sembra quindi essere sotto controllo ma i critici ritengono che il prezzo, in termini di vite umane, sia stato troppo alto e che, se il governo covava in segreto l'obiettivo di immunizzare la popolazione lasciando circolare il Covid, il risultato non sembra essere stato raggiunto. Il confronto con l'ItaliaAgli osservatori locali viene naturale fare il confronto con i vicini nordici: 567 morti per milione di persone (dati Worldometers) possono apparire molti se paragonati con i 106 della Danimarca, i 59 della Finlandia o i 47 della Norvegia. Il quadro cambia se la comparazione è con i 581 morti per milione di abitanti dell'Italia o i 680 della Gran Bretagna, la cui curva epidemica stenta ad appiattirsi.Anders Tegnell, epidemiologo capo dell'Agenzia della Sanità Pubblica di Stoccolma non ha dubbi: la via svedese funziona. Di avviso diverso i venticinque accademici svedesi che, in un editoriale pubblicato da Usa Today, scrivono che l'approccio del governo ha avuto come effetti "morte, tormento e sofferenza". "Abbiamo dato al mondo un esempio su come non affrontare una malattia contagiosa mortale", scrivono.Niente lockdown, niente mascherine, e chiusura, in un primo momento, solo per scuole superiori e università. Agli svedesi è stato chiesto solo di astenersi dai viaggi non essenziali e lavorare da casa quando possibile. Negozi e ristoranti hanno dovuto ridurre il numero di persone che potevano entrare ma non hanno mai chiuso. Gli assembramenti sono stati vietati, sì, ma solo oltre le 50 persone. Agli ultrasettantenni è stato suggerito di non uscire ma è stato lasciato tutto al loro buonsenso, senza la minaccia di sanzioni. Cosa è successo quindi in Svezia? Una spiegazione condivisa non esiste ancora e gli esperti hanno elaborato alcune teorie. Cosa dicono gli esperti"Gli svedesi, in generale, hanno cambiato il loro comportamento durante la pandemia e la pratica del distanziamento sociale è stata molto diffusa", ha dichiarato al sito specializzato MedPageToday Maria Furberg, infettivologa dell'Università di Umea, "da marzo a inizio giugno tutti i negozi erano pressoché vuoti, la gente aveva smesso di cenare con gli amici e le famiglie avevano interrotto i contatti persino con i parenti più stretti. Un lockdown non avrebbe potuto essere più efficace. Lavarsi le mani, usare il più possibile i disinfettanti e stare a casa al primo segnale di freddo è diventato la normalità molto presto".Secondo Mozhu Ding, epidemiologo del Karolinka Institute, l'appiattimento della curva è dovuto "probabilmente a una combinazione di misure adottate da individui, aziende e effetti della vasta campagna di informazione lanciata dal governo". "Anche senza un lockdown rigido e obbligatorio, molte aziende hanno consentito ai dipendenti di lavorare da casa e le università hanno offerto corsi a distanza agli studenti", ha dichiarato alla testata scientifica.Un altro fattore potrebbe essere stato l'arrivo della bella stagione, con la chiusura delle scuole e la possibilità di compiere escursioni nella natura. Secondo Anne Spurkland, immunologa dell'università di Oslo, "forse la Svezia ha finalmente raggiunto un controllo maggiore della disastrosa diffusione del virus nelle case di riposo, il che puo' spiegare fino a un certo punto il tasso di mortalità relativamente alto". La metà delle 5.730 morti registrate dalla Svezia sono infatti avvenute nei ricoveri per anziani. Secondo Spurkland è pero' "troppo presto per stabilire che l'approccio svedese sia stato il più saggio". Occorrerà aspettare l'autunno e vedere se si verificherà una seconda ondata in Norvegia e nelle altre nazioni vicine che hanno imposto il lockdown. La questione dell'immunità di greggeLe cautele richieste alla popolazione sembrano far escludere - come sostengono i critici più accesi - che lo scopo del governo fosse l'immunità di gregge, ovvero quanto vagheggiato dal premier britannico Boris Johnson all'inizio dell'epidemia. Eppure dichiarazioni come quella, recente di Karin Tegmark Wisell, microbiologa capo dell'Agenzia della Sanità Pubblica ("gran parte della popolazione non è protetta perché non è infetta") sono sembrate suggerire il contrario. L'obiettivo sembrerebbe, nel caso, fallito, dal momento che la positività agli anticorpi nella popolazione svedese appare inchiodata al 10%. La questione potrebbe però essere più complessa.Uno studio del Karolinska Institute ha infatti dimostrato che il 30% degli asintomatici o degli infetti da coronavirus con sintomi deboli risultano negativi agli anticorpi ma possiedono un'immunità legata ai linfociti T. "È una notizia splendida dal punto di vista della sanità pubblica", sottolinea Ding, "le persone risultate negative al test degli anticorpi potrebbero essere comunque immuni al virus a livello cellulare".

  • Assumono alcol e droga: muore 25enne, grave padre che dedicò libro sul tema
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Assumono alcol e droga: muore 25enne, grave padre che dedicò libro sul tema

    Dopo una serata a casa i due sono usciti: avrebbero mischiato alcol e droga, per il 25enne non c'è stato nulla da fare

  • Chi è la nuora di Silvio, che presto convolerà a nozze
    Notizie
    notizie.it

    Chi è la nuora di Silvio, che presto convolerà a nozze

    Chi è Federica Fumagalli, la donna che sta per sposare Luigi Berlusconi.

  • Musk: "Gli alieni hanno costruito le piramidi". E l'Egitto si arrabbia
    Notizie
    Adnkronos

    Musk: "Gli alieni hanno costruito le piramidi". E l'Egitto si arrabbia

    ''Gli alieni hanno costruito le piramidi". Elon Musk twitta e l'Egitto si arrabbia. Il magnate americano ha acceso la miccia con un cinguettio in cui ha espresso una certezza: "Gli alieni hanno costruito le piramidi, ovviamente". Apriti cielo. Il messaggio, rituittato oltre 80mila volte e apprezzato da più di mezzo milione di utenti, ha provocato la reazione delle autorità egiziane. In particolare, è arrivata la replica di Rania A. Al Meshat, ministra per la Cooperazione internazionale. "Seguo il suo lavoro con molta ammirazione", ha scritto, invitando Musk a visitare i siti archeologici per prendere direttamente visione della realtà: "L'aspettiamo". Musk, in una serie di tweet successivi, ha corretto progressivamente il tiro. E' partito da un ammiccante "Ramsete II era" un alieno, passando per "la Grande Piramide è stata la struttura più alta realizzata dagli uomini per 3800 anni. Tremila e ottocento anni", per arrivare a condividere il link di un articolo della Bbc: "Questo articolo della Bbc spiega come è stata costruita".

  • Notizie
    AGI

    Dopo una lite col marito gli getta addosso l'acido, l'uomo è grave

    AGI - Degenera a Brindisi una lite tra moglie e marito. La donna getta acido addosso all'uomo provocandogli gravi ustioni alle braccia, alle gambe e su altre parti del corpo. La lite è scoppiata in via Pace Brindisina nel quartiere Commenda.L'uomo, 52enne, era in auto, una Fiat 500, e dopo essere stato aggredito dalla moglie con l'acido, ha cercato scampo in un negozio difronte al posto dove aveva lasciato l'auto. La vittima ha chiesto disperatamente aiuto e in diversi si sono prodigati gettandogli acqua addosso per alleviare le ustioni. "Aiutatemi, sto bruciando" ha supplicato l'uomo.Nel frattempo, un poliziotto fuori servizio ha bloccato la donna. Ha 52 anni e non ha opposto resistenza. La donna, che non si era allontanata di molto dalla 500, presentava ustioni alle mani. Ha usato per colpire il marito un acido disincrostante. Entrambi sono stati trasferiti all'ospedale Perrino di Brindisi.L'uomo è arrivato in codice rosso. Preoccupanti vengono definite le sue condizioni. Dalle immagini acquisite dalla video sorveglianza presente in zona, la Polizia ha avuto contezza della lite tra i due. Ascoltati anche alcuni testimoni. La coppia vive insieme e sono in corso indagini sul motivo della lite. Sul posto, oltre alla Polizia, anche i Carabinieri e il 118.

  • Giovane muore all'ospedale di Salerno dopo essersi sentito male per il troppo caldo
    Notizie
    notizie.it

    Giovane muore all'ospedale di Salerno dopo essersi sentito male per il troppo caldo

    In Costiera Amalfitana uno scout di 17 anni è morto dopo essere stato trasportato in ospedale. Aveva avuto un malore provocato dal forte caldo.

  • La food blogger marchigiana fa preoccupare i suoi fan
    Spettacolo
    notizie.it

    La food blogger marchigiana fa preoccupare i suoi fan

    La food blogger Benedetta Rossi fa preoccupare i fan per il suo strano silenzio sui social.