Pepe (Lega): Commissione parlamentare antimafia andrà in Basilicata

Cro-Mpd

Roma, 1 feb. (askanews) - "La Mafia va combattuta tutti i giorni, anche quando il dibattito pubblico sembra dimenticarsene. Questa è la posizione della Lega e del nostro segretario, Matteo Salvini. Al riguardo, da senatore lucano, annuncio con orgoglio che la Commissione parlamentare antimafia ha deliberato una missione in Basilicata. La data convenuta è quella del 24 febbraio 2020 in un luogo simbolo: Scanzano Jonico, dove il Consiglio comunale è stato sciolto per infiltrazioni mafiose il 21 dicembre dello scorso anno" Lo dice, in una nota, Pasquale Pepe, senatore della Lega e vice presidente della Commissione bicamerale antimafia. "Giovanni Falcone diceva che 'Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola'. Ebbene, noi non abbiamo intenzione né di tacere né di piegare la testa. Le istituzioni devono dare un segnale immediato e concreto di vicinanza alla comunità scanzanese (e a tutta la comunità lucana), che è sana, dignitosa e fatta di donne e di uomini perbene e laboriosi". Ha spiegato Pepe.

Il senatore lucano proporrà che il programma della missione parlamentare, che dovrà essere stilato concordemente con gli altri rappresentanti istituzionali, possa prevedere incontri con i commissari che sono stati inviati in Municipio, Sua Eccellenza il Prefetto della Provincia di Matera, il Signor Questore di Matera e le Forze dell'Ordine. "Dopodiché - ha aggiunto Pepe - occorrerà svolgere un effettivo e puntuale controllo sulle liste per le elezioni amministrative, quando si terranno. Occorrerà adottare concrete decisioni, cogliendo a fondo le peculiarità della grave contaminazione del territorio cui stiamo assistendo. Dunque ascoltare, capire, delineare soluzioni e rimedi. Come vice presidente della Commissione antimafia mi spenderò a fondo per garantire che l'illegalità non prevalga sulla legalità della nostra terra, nella consapevolezza che il buono, a Scanzano Jonico e in Basilicata, prevale e prevarrà sul cattivo".