Perù, restaurato monumento Jorge Chavez donato da comunità italiana

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 ott. (askanews) - Si è svolta a Lima, alla presenza del Sindaco di Lima, Jorge Muñoz, dell'ambasciatore d'Italia in Perú, Giancarlo Maria Curcio e del Tenente Generale della Forza Aerea Peruviana, Carlos Chavez Cateriano, Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica del Perù, la cerimonia di inaugurazione del monumento restaurato dedicato all'aviatore peruviano Jorge Chavez, donato dalla comunità italiana nel 1937 in occasione del 27esimo anniversario della prima trasvolata delle Alpi dalla Svizzera all'Italia (Domodossola) da parte dell'aviatore. Lo ha reso noto l'ambasciata in un comunicato.

L'imponente monumento, ubicato nella centrale piazza intitolata all'aviatore, è composto da una piramide di 4 lati alta oltre 18 metri, con diverse statue di bronzo in ogni lato, realizzate dallo scultore italiano Eugenio Baroni, nelle fonderie di Pistoia.

Dichiarato Patrimonio Culturale della Nazione nel 2018, a causa del degrado per la forte contaminazione ambientale della città e la sottrazione di alcune parti, tra cui la scritta di bronzo presente sul lato centrale della costruzione, che recita "Lima e gli Italiani del Perù", a ricordo del dono italiano, il municipio di Lima ne ha effettuato un minuzioso restauro nei mesi scorsi, comprendente la restituzione della scritta relativa al dono italiano, che ha restituito al monumento la bellezza originale.

"Il restauro, avvenuto nel quadro di un programma di recupero di numerosi monumenti e piazze della città da parte del sindaco Muñoz (tra cui quella intitolata proprio all'Italia avvenuta il 2 marzo 2020), permette al nostro Paese e alla nostra comunità qui residente di rinnovare la propria riconosciuta forte visibilità nel Paese, rafforzando i consolidati rapporti di amicizia e vicinanza tra le due nazioni", si legge nella nota.

Nel corso del breve intervento rivolto ai presenti, l'ambasciatore Curcio ha ricordato l'importante contributo fornito dagli italiani allo sviluppo del paese e i tradizionali vincoli di collaborazione e fratellanza tra le due nazioni, di cui il monumento costituisce significativa testimonianza.

L'ambasciatore Curcio ha poi anticipato che la prossima settimana avverrà l'inaugurazione dell'innovativo e tecnologico sistema di illuminazione del "Museo di Arte italiano", prezioso dono sempre della comunità al Perù effettuato in occasione del Centenario della Indipendenza. Curcio ha sottolineato come, grazie al sostengo dell'azienda italiana ENEL, fortemente impegnata nel paese, "l'Italia con questo nuovo dono celebra nel migliore dei modi il Bicentenario dell'Indipendenza del Paese, arricchendo con le migliori tecnologie di illuminazione italiane un significativo dono effettuato dalla propria comunità in occasione del primo Centenario dell'Indipendenza del Paese".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli