In Perù riaprono le spiagge, ma con obbligo di distanziamento

·1 minuto per la lettura
featured 1553759
featured 1553759

Lima, 18 dic. (askanews) – Dopo una lunga chiusura riaprono le spiagge di Lima, la capitale del Perù, dove è piena estate come in tutto l’emisfero australe.

Ma per evitare assembramenti e rischi, il comune della capitale peruviana ha deciso di organizzare le spiagge in spazi delimitati e cordonati e con ombrelloni distanziati. E gli abitanti sembrano rispettare queste consegne.

“Durante la pandemia non sono venuto alla spiaggia perché era proibito, però adesso mi sembra che la frequentazione sia abbastanza normale, sempre con le misure adottate dal comune”, dice un bagnante appena uscito dall’acqua.

“Hanno separato la gente in gruppi per evitare i contatti con la pandemia che ancora è in corso. Sì, è è buono che abbiano adottato un’organizzazione che permette di andare in spiaggia senza privarsi di questa gioia che si assapora d’estate”, spiega una studentessa. E le fa eco un’altra bagnante, di origine venezuelana: “Mi sembra ottimo, molto comodo, essere isolati, così da proteggerci bene dalla nuova variante (Omicron) che sta cominciando a espandersi qui e a livello mondiale”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli