Perù, vicepresidente si dimette e chiede elezioni generali

Coa

Roma, 2 ott. (askanews) - La vicepresidente del Perù si è dimessa dal suo incarico dopo avere rifiutato la nomina da parte dell'opposizione a capo di Stato provvisorio, spiegando di sperare in nuove elezioni generali.

Mercedes Aráoz ha dichiarato che "l'ordine costituzionale è stato infranto" e che il paese sta affrontando una "grave crisi istituzionale".

Lunedì il presidente Martín Vizcarra ha sciolto il Congresso, ma i parlamentari dell'opposizione lo hanno sospeso a titolo temporaneo per "incapacità morale" ed hanno designato al suo posto la vicepresidente Aráoz.

Ma ieri la polizia in assetto antisommossa ha impedito ai parlamentari di entrare al Congresso.(Segue)