Per caso (tanto il caso non esiste) Il secondo romanzo di Paolo Stella è in libreria dal 3 giugno

webinfo@adnkronos.com

Un viaggio introspettivo nella vita dell’autore, fra tematiche complesse, emozioni e ironia  

Milano, 3 giugno 2020 - “Non è un seguito, anche se, a un certo punto, il racconto si intreccia con il precedente”, così Paolo Stella, digital creator e star del web, presenta il suo nuovo libro, Per Caso (tanto il caso non esiste). Pubblicato da Mondadori, è uscito il 3 giugno: è un romanzo nel quale l’autore si mette a nudo, rivelando gli avvenimenti più privati ed emozionanti della sua vita.  

In un’esperienza dicotomica fatta di bassi e alti (i 178 centimetri di Naomi Campbell contro i 147 di Denny DeVito), di avvenimenti del passato che si alternano a quelli del presente, di omosessualità e di eterosessualità, di senso di inadeguatezza compensato dalla ricerca della popolarità si sviluppa Per Caso (tanto il caso non esiste). Un’opera autobiografica in cui il ritmo è scandito anche dalle scenografie: gli spazi lussuosi di un hotel di Shanghai e quelli austeri del Reparto pediatrico disfunzioni genetiche dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna; gli alabastri e i materiali preziosi degli interni del primo, i “colorini” del secondo; gli aromi dell’alta cucina o delle seducenti profumazioni del bagnoschiuma contro l’odore acre del disinfettante.  

Contro ogni aspettativa, in quell‘ospedale avviene l’incontro che cambierà per sempre la vita dell’autore, quello con Sottile. Questa presenza speciale, che nell’incontro fra maschio e femmina ha qualcosa di mitologico, insegna a Paolo l’immenso valore della libertà, quello di poter scegliere per ciò che si è e di non sentirsi mai sbagliati. Ma anche l’emozione di un’amicizia diversa, che probabilmente assomiglia più all’amore che ad altro. 

“…Di cosa ci si innamora poi? Io mi sono innamorato di un respiro sottile in una notte di silenzio buio. Non di un volto, né di un corpo. Non mi sono innamorato di un uomo o una donna….” 

Con un linguaggio leggero, immediato, sottile appunto, l’autore affronta la propria storia personalissima, le proprie emozioni profonde e i molti conflitti interiori, la relazione con i suoi genitori e i quattro fratelli, le paure di affrontare la propria sessualità, le delusioni e l’affetto della famiglia. Insomma, dal romanzo emerge tutto il mondo interiore di Paolo Stella, quello con cui ha dovuto fare i conti prima di arrivare alla piena consapevolezza di sé e alla popolarità.  

“…Ero talmente diverso da sentirmi diverso anche da me, come se all’interno del mio io bivaccassero molteplici personalità in caotica dissonanza fra loro…Questo evento familiare sviluppò nel mio inconscio una malatissima voglia di approvazione, una costante ricerca di conferma nell’altro che mi portò anche a indirizzare la mia vita lavorativa nel settore dello spettacolo. Avevo bisogno di raggiungere quanta più gente possibile, di arrivare nelle case senza bussare, senza chiedere il permesso mostrarmi per la brava persona che con fatica ero diventato ….”. 

“Tutto ciò che ho creato, l’ho fatto prevalentemente attraverso il web e in questo libro ho voluto mantenere viva l’immediatezza e la semplicità di linguaggio della rete. Volevo arrivare a tutti e condividere un messaggio di possibilità. Con questa stessa logica ho chiesto ai miei follower di fare delle proposte di copertina: per la cover ho scelto quella che meglio interpretava il contenuto del libro. Poi, però, ho voluto realizzare una sovracopertina con una composizione di 200 proposte, selezionate fra le oltre duemila che sono arrivate”, conclude Paolo Stella.  

Per Caso (tanto il caso non esiste) è una storia da leggere tutta d’un fiato, in cui ognuno troverà una qualche similitudine con la propria vita, anche solo in un passaggio o nel racconto di una sensazione. È un viaggio introspettivo, un romanzo che parla di tematiche complessi, ma anche di emozioni: è una voce amica che ha il potere di normalizzare ognuno perché non esistono persone sbagliate, sentimenti di cui vergognarsi, storie inadeguate. 

Paolo Stella, Per caso (Tanto il caso non esiste), in libreria dal 3 giugno (Mondadori, 18 euro, 204 pagine) 

Ufficio stampa 

Francesca Noseda, M&C Saatchi, francesca.noseda@mcsaatchipr.it,  

Per Mondadori: Chiara Giorcelli, chiara.giorcelli@mondadori.it,