Per Costa è "inaccettabile che ci siano sanitari no-vax"

·1 minuto per la lettura

AGI - "Siamo intorno al 5-6% di personale sanitario che rifiuta il vaccino. Cosa che trovo inaccettabile in un Paese in cui 120mila concittadini hanno perso la vita. I medici dovrebbero essere tutti nostri alleati per diffondere un sentimento di fiducia nei confronti dei vaccini. Si stanno stilando le liste di questi medici per evitare che stiano a contatto con i pazienti". Lo ha detto a Sky TG24, Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, ospite di 'Buongiorno'

E in tema di aperture e degli stadi, Costa ha detto che "sono luoghi sicuri perché all'aperto e dove è facile stabilire il distanziamento e fare un controllo. Credo che nell'ultima giornata di campionato sia più sicuro avere qualche migliaio di tifosi negli stadi che non per strada e nelle piazze delle città. E' una riflessione ancora aperta, per quanto mi riguarda farò il possibile. La lega ha fatto una richiesta di buon senso del 10% del pubblico in presenza. Nel merito si esprimerà il Cts".

Il sottosegretario invita a guardare "al futuro con positività. Il piano vaccinale sta andando bene, in due mesi somministreremo 30 milioni di dosi e a luglio avremo un buon grado di immunizzazione con il Paese gradualmente tornerà all'immunità", ha concluso.