Per diagnosticare il Covid presto si useranno tamponi cutanei

Mirco Toniolo Errebi / AGF

AGI - I tamponi cutanei sono risultati 'sorprendentemente efficaci' nell'identificare l'infezione da Covid-19, all'analisi del team di ricerca dell'Università del Surrey, in Gran Bretagna. Questo risultato, se confermato da ulteriori studi, offre la strada per futuri test non invasivi per il Covid-19.

Ai fini dello studio i ricercatori del Surrey hanno utilizzatotamponi non invasivi per il corpo sebo, una sostanza cerosa prodotta dalle cellule sebacee del Covid, da 83 pazienti ricoverati, ad quali dei è stato diagnosticato.

Il team ha anche raccolto campioni di sangue e saliva. È stato scoperto che il Covid -19 cambia in modo significativo la composizione dei lipidi (grassi e oli) dei biofluidi come il sangue o il sebo.

Misurando i cambiamenti nei lipidi e in altri metaboliti dei campioni, il team di ricerca ha osservato che (con un punteggio di 1,0 che è  il più  accurato e sensibile) i campioni di sangue hanno ottenuto un punteggio di 0,97. I tamponi cutanei hanno ottenuto un punteggio di 0,88 e, infine, i test salivari hanno ottenuto un punteggio di 0,80.

Matt Spick, coautore e ricercatore presso l'Università  del Surrey, ha commentato: "La nostra ricerca suggerisce che il sebo della pelle risponde ai cambiamenti del sistema immunitario nei pazienti con Covid-19 . In effetti, crediamo che la malattia possa alterare l' equilibrio naturale attraverso l'intera gamma di sistemi biologici, la pelle, la salute dell'apparato digerente e altri  .

La ricerca è  stata pubblicata su Scientific Reports.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli