Per Emma Marrazzo la vita di sua figlia non vale certo una pena sospesa: “Non so se il Pm ha figli”

Luana D'Orazio
Luana D'Orazio

C’è un accordo difesa-procura per la morte di Luana D’Orazio e si va verso un patteggiamento che dovrebbe essere ufficializzato nel pomeriggio di oggi, 27 ottobre, ma le dure parole della madre della giovane operaia morta il 3 maggio 2021 stritolata da un orditoio danno la cifra emotiva esatta di quella scelta procedurale.

Morte di Luana D’Orazio, le parole della madre

Per la signora Emma Marrazzo ed ovviamente la vita di sua figlia non vale certo due anni: “Non so se il Pm ha figli”. Cosa prevede l’accordo?  Due anni di reclusione per Luana Coppini ed un anno e sei mesi per Daniele Faggi, due dei 3 indagati, con la sospensione condizionale della pena per entrambi. I legali dei due hanno avanzato questa proposta in ordine ai titolari dell’orditura di Montemurlo, luogo dove la morte sul lavoro di Luana avvenne.

Cosa accadde alla 22enne operaia

La 22enne fu risucchiata e stritolata da un orditoio mentre era al lavoro. Fanpage spiega che “la pena è stata concordata con la procura, che aveva posto come condizione l’effettivo pagamento di risarcimento stabilito in poco più di un milione di euro”. La giudice Francesca Scarlatti deciderà a breve ma qualcuno ha già detto la sua e l’ha detta forte. Emma Marrazzo, mamma di Luana: “Se la vita di mia figlia vale due anni, mi rimetto a quello che decideranno, ma non so se il pm ha figli…”. Al vaglio del giudice anche la posizione del tecnico Mario Cusimano, che però non ha chiesto riti alternativi.