Per ironia della sorte il beneficiario è un bug hunter esperto di informatica e di falle software

Il pagamento inviato da Google a Sam
Il pagamento inviato da Google a Sam

Dagli Usa arriva la notizia per cui Google invia 250mila dollari a un uomo senza ragione: “Errore umano”. Per ironia della sorte il beneficiario è un bug hunter, un esperto di informatica che cerca delle falle nei software. La somma attribuita per errore avrebbe un valore dello 0.0001% rispetto a quanto vale il colosso di Mountain View ma il dato resta: nessuno si è accorto di nulla ed è stato accreditato per sbaglio a un esperto di cybersecurity un tesoretto da circa 250.000 dollari.

Google invia 250mila dollari a un uomo

Chi è il fortunato? Si tratta di Sam Curry che ha anche fatto un appello pubblico su Twitter: “Sono trascorse poco più di tre settimane da quando Google mi ha inviato senza nessun motivo 249,999 dollari. Ho mandato un ticket ma non ho ancora ricevuto nessun supporto. C’è modo per metterci in contatto Google? (Se non rivuoi nulla indietro va bene lo stesso)”. Quel tweet, diventato virale risale al 14 settembre scorso. Alla fine è arrivata la risposta di Google: “È stato un errore umano”.

“Pagamento ad un beneficiario sbagliato”

Curry è un addetto ai lavori; classe 1999, è un esperto di cybersecurity. Il giovane è uno studente della University of Nebraska Omaha. E l’errore? Ecco la nota di Mountain View in una nota inviata alla Cnn: “Il nostro team ha recentemente effettuato un pagamento a un beneficiario sbagliato a causa di un errore umano. Abbiamo apprezzato che l’interessato abbia comunicato rapidamente l’errore. Stiamo lavorando per correggerlo”.