Per Israele giornalista uccisa da “fuoco terrorista palestinese”

featured 1606794
featured 1606794

Roma, 11 mag. (askanews) – Il portavoce del ministero israeliano degli Esteri, Lior Haiat, ha affermato che ci sono “motivi per pensare” che la giornalista di al Jazeera, Shireen Abu Akleh, sia stata uccisa dal “fuoco terrorista palestinese”. La reporter, cristiana, palestinese, 51 anni, è stata colpita mentre copriva un’operazione dell’esercito israeliano in un campo profughi a Jenin, nel nord della Cisgiordania occupata.

“Siamo rattristati per la morte della corrispondente di al-Jazeera, la giornalista esperta Shireen Abu Akleh, nel corso dello scambio di colpi di arma da fuoco durante un’operazione anti-terrorista a Jenin”, ha affermato il portavoce.

“Ci sono indicazioni che la signora Abu Aqleh sia stata uccisa dal fuoco terrorista palestinese. Israele condurrà un’indagine a tutto campo. Invitiamo l’autorità palestinese a collaborare con questa indagine per arrivare alla verità”, ha sottolineato.

(IMMAGINI MINISTERO ESTERI ISRAELE)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli