Per la 1a volta il mental coach entra nel welfare aziendale

webinfo@adnkronos.com

Per la prima volta il mental coach per la crescita personale entra nel mondo del welfare aziendale. Merito dell’accordo stretto fra Up Day, presente da più di trent’anni nel mercato dei buoni pasto e tra i principali provider di servizi di welfare aziendale, e il Gruppo Hrd, la società fondata da Roberto Re che dal 1992 si occupa di corsi di formazione a più livelli.  

In virtù di questa partnership, sono entrati a far parte del catalogo di corsi offerti dalla piattaforma 'Day welfare' anche i seminari sulla gestione delle emozioni, sulla leadership, sull’orientamento ai risultati e su molti altri aspetti della crescita personale. Un programma formativo che ha già riscosso un enorme successo in aula: sono oltre 350.000 i partecipanti ai corsi di Roberto Re dalla fondazione a oggi. 

“Alla base di quello che insegno nei miei seminari e nei miei corsi c’è il concetto dell’equilibrio, poiché da quello deriva in gran parte la qualità della propria vita. Conciliare sfera professionale e personale oggi è un obiettivo che quasi tutti si pongono comprese le aziende che mirano a creare un ambiente sempre più confortevole per i propri dipendenti", commenta Roberto Re, fondatore del Gruppo Hrd e capostipite dei mental coach in Italia.  

"Il welfare aziendale - prosegue - rappresenta una spinta significativa al raggiungimento di questo obiettivo, sul modello di quanto già accade nei Paesi scandinavi, da sempre attenti al benessere di impiegati e famiglie. L’accordo con Up Day oggi ci permette di offrire l’accesso a una serie di corsi e videocorsi con cui migliorare il proprio rendimento, i risultati e il proprio ‘wellness’ in generale”. 

“Siamo orgogliosi - afferma Paolo Gardenghi, responsabile Area Welfare di Up Day - di poter includere nella nostra proposta di welfare aziendale i corsi di formazione del Gruppo Hrd e di Roberto Re: tra le esigenze riscontrate dai beneficiari del nostro servizio, infatti, abbiamo rilevato una forte richiesta di sviluppo formativo personale".  

"Il welfare può e deve servire anche per la propria crescita, al fine di una maggiore consapevolezza delle proprie possibilità e per affrontare meglio le sfide che il mondo lavorativo ci pone davanti. Poter offrire la competenza di alto profilo di Roberto Re e del suo team è un’opportunità da cogliere al volo”, conclude.