Per la prima volta un robot ha diretto un'orchestra

[Getty]

“I robot ci ruberanno il lavoro!”. Quante volte abbiamo sentito dire questa frase, temendo in un futuro di disoccupazione? Molte, soprattutto negli ultimi tempi. Ma l’abbiamo associata quasi sempre alle professioni in cui l’automazione è dominante; in pratica tutte le catene di montaggio, da quelle dalle quali escono le auto a quelle che preparano il nostro ultimo ordine sull’ecommerce di turno. Difficile che qualcuno abbia pensato a un futuro difficile per l’occupazione artistica, come invece sembra suggerirci questa storia.

Diciamolo subito: sembra. In realtà, nel campo artistico la scintilla umana è semplicemente imprescindibile. Tuttavia, la notizia che un robot ha appena diretto un’orchestra fa sicuramente pensare. Il “maestro” si chiama RoDyMan, che aiutato da un direttore in carne, ossa e bacchetta (Massimiliano Carlini) ha diretto l’Ensemble Strumentale del Conservatorio "Giuseppe Martucci" di Salerno nell’ambito della manifestazione “Burattino senza fili — Automi, Robot, Intelligenze artificiali: la nuova travolgente rivoluzione industriale”. L’evento è tra quelli del calendario del Ravello Festival, appuntamento tra i più importanti in Italia con la musica colta.

RoDyMan è il risultato di ricerche sull'intelligenza artificiale condotto all’interno del PRISMA Lab, il laboratorio di robotica dell’università napoletana Federico II. Il progetto da cui è nato risale al 2013 ed è stato finanziato dal Consiglio Europeo della Ricerca. Un appuntamento che unisse la musica alla scienza non poteva che avere come cornice Ravello e il suo Festival, che è stata occasione non solo per ascoltare cose suonate come si deve ma anche per riflettere sullo sviluppo della robotica e dell’intelligenza artificiale, con un focus sull’applicazione delle nuove scoperte alla vita di tutti i giorni.

L’esibizione di RoDyMan ha fatto da anteprima alla settima edizione del Maker Faire Rome – The European Edition, il più importante evento europeo sull'innovazione in programma a Roma dal 18 al 20 ottobre. Resta da chiedersi: ma alla fine, come ha diretto il robot? Ecco la risposta.