Per le presidenziali in Romania, in Italia istituiti 142 seggi

Dmo

Roma, 25 ott. (askanews) - I seggi per le presidenziali romene in Italia raddoppiano. L'ambasciata di Romania ha annunciato che i romeni residenti in Italia potranno votare su un arco di tre giorni (dall'8 al 10 novembre) a differenza delle precedenti tornate in cui si sono registrate code lunghissime e alcuni elettori non sono riusciti a esprimere la loro preferenza. Per le presidenziali di novembre sul territorio italiano i seggi istituiti sono 142, rispetto ai 76 delle ultime elezioni.

Si contano cinque seggi a Roma, cinque a Torino, tre a Milano, tra le altre. I romeni in Italia potranno votare con il sistema elettronico e le votazioni si svolgono da venerdì 8 novembre (12:00-21:00), sabato, 9 novembre (7:00-21:00) e domenica, 10 novembre (7:00-21:00). In Romania si voterà soltanto sulla giornata di domenica. Se nessuno dei candidati otterrà il 50%+1 dei voti si andrà al secondo turno. E in caso di ballottaggio si ripeterà lo stesso schema dal 22 al 24 novembre.

I candidati registrati sono 14. L'uomo da battere è il capo di stato uscente Klaus Iohannis del Partito Liberale (PNL). Principale avversaria la premier socialdemocratica Viorica Dancila del PSD. Altri rivali Dan Barna candidato antisistema per Alianta 2020 USR PLUS, l'indipendente Theodor Paleologu sostenuto dal Partidul Miscarea Populara (PMP) dell'ex presidente Traian Basescu e Mircea Diaconu sostenuto dai Liberaldemocratici (ALDE) e PRO Romania.

Secondo i sondaggi Iohannis è in vantaggio addirittura con il 44,5% delle preferenze secondo Imas. Barna otterrebbe il 17%, seguito dalla premier Dancila con l'8,4%. Più basse le stime di Verifield: Iohannis 43%, Dancila 18%, Barna 15% e Diaconu il 14%.