Per i ritardi della Pfizer slitta all'8 febbraio il via ai vaccini agli over 80 nel Lazio

·2 minuto per la lettura

AGI - A causa dei ritardi nelle forniture Pfizer i vaccini per gli over 80 anni del Lazio slittano al 1 febbraio per quanto riguarda le prenotazioni online (sul sito SaluteLazio.it) e le somministrazioni prenderanno il via a partire da lunedi' 8 febbraio con uno slittamento di una settimana rispetto a quanto originariamente previsto.

La campagna durerà fino al 30 aprile salvo chiuderla prima se ci saranno le dosi necessarie. Lo comunica l'Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio. La platea dei soggetti interessati over 80 anni nel Lazio è di circa 470 mila persone. Saranno considerati prenotabili anche coloro che compiranno 80 anni durante il corrente anno.

Inizialmente si partirà con le dosi disponibili, tenendo conto dei richiami in corso, e saranno successivamente aumentate proporzionalmente alla disponibilità dei vaccini. Qualora si dovesse avere una maggiore disponibilità, ovvero ulteriori tipologie di vaccini approvati da EMA (Agenzia europea per i medicinali), il termine della campagna potrà essere anticipato e coloro che si sono prenotati in maniera automatica verranno anticipati e avvisati.

Per prenotarsi basta il codice fiscale e può farlo anche un parente o un famigliare. Inoltre sempre dal 1 febbraio verrà messo a disposizione un apposito numero per un supporto telefonico alle modalità di prenotazione online.

Si partirà con oltre 60 punti di vaccinazione distribuiti in ogni Distretto e che possono essere ampliati fino a oltre 100 seguendo la disponibilità delle dosi di vaccino. Per quanto riguarda i medici di medicina generale (MMG) finora sono oltre 700 coloro che hanno aderito, la manifestazione di interesse rimane aperta e potranno partire non appena le dosi di vaccino a disposizione lo permetteranno, considerando che serve uno stock minimo di almeno 100 mila dosi. Se verrà approvato, il vaccino di AstraZeneca sicuramente può essere facilmente gestito dai medici di base.