Per top manager italiani sostenibilità è processo irreversibile

featured 1664249
featured 1664249

Roma, 28 ott. (askanews) – Per i top manager delle maggiori aziende italiane la sostenibilità è un processo irreversibile. Se ne è parlato all’Esg Ceo Forum 2022 organizzato da Bain & Company Italia, durante il quale è stato presentato uno studio sulle priorità, in termini di sostenibilità, delle maggiori aziende italiane. Dallo studio sono emersi elementi interessanti come spiega Pierluigi Serlenga managing partner di Bain & Company Italia.

“Abbiamo fatto una ricerca per noi molto importante, con 20 amministratori delegati e top manager delle più grandi aziende italiane e c’è stato un tratto comune molto forte su alcuni elementi davvero fondanti, intermedi, di sostenibilità. Il primo elemento è che, pur essendoci una visione chiara del futuro di medio, lungo periodo, c’è ancora grande complessità nella fase di execution, definendo obiettivi, strumenti e tempistiche che spesso sono non omogenee o non coerenti. Il secondo elemento molto forte è legato all’importanza di fare sistema sia verticalmente nelle filiere industriali dei singoli settori, ma anche orizzontalmente, cross settorialmente e con le istituzioni e gli stake holder pubblici e privati”.

E proprio le istituzioni sono chiamate a dare il loro supporto a questo processo, come aggiunge Roberto Prioreschi, Semea Regional Managing Partner Bain & Company.

“Io penso che le istituzioni abbiano un ruolo importantissimo soprattutto nel definire quali sono gli obiettivi di lungo termine e nel breve dare la possibilità alle aziende che hanno già degli obiettivi e stanno portando avanti quegli obiettivi delle facilitazione e delle semplificazioni, mi riferisco alla burocrazia per fare un nuovo impianto rinnovabile, mi riferisco al rapporto centro-periferia, mi riferisco all’incentivazione fiscale che non significa bonus ma significa anche in qualche modo tassare le cose che sono contrarie all’Esg, alla sostenibilità e in qualche modo agevolare ciò che invece può cerare sviluppo in una logica di sostenibilità”.

Dalla tavola rotonda con i top manager delle principali aziende italiane è emersa la consapevolezza che i temi della sostenibilità saranno sempre più importanti nei piani di business, come prosegue Prioreschi: “C’è stata una grande partecipazione e soprattutto una discussione aperta, con tanti importanti top manager che hanno portato la loro diretta esperienza e anche il loro contributo fattivo ai vari obiettivi Esg, Quindi una conferma ulteriore che il sistema industriale, il sistema manageriale di questo paese è assolutamente top”.

Dalla ricerca emerge infatti che il 100% dei ceo ha grandissima convinzione dell’importanza degli obiettivi di Esg, mentre l’80% ritiene che questa trasformazione sia più impattante di quella digitale.