Percassi: "Coronavirus? Viene da piangere, spero l'Atalanta regali un sorriso"

Omar Abo Arab

​Il patron dell' Atalanta Antonio Percassi ha parlato ai microfoni di RTL 102.5 tracciando un bilancio dei dieci anni di presidenza al timone della Dea - e in particolar modo della clamorosa cavalcata europea della sua squadra -. I ragazzi di Gian Piero Gasperini hanno centrato una storica qualificazione ai quarti di finale di Champions League, poi fermata come tutti i campionati dall'emergenza coronavirus. Una pandemia che ha investito in pieno l'Italia e in particolar modo la provincia di Bergamo, che vive una situazione davvero drammatica.

Valencia CF v Atalanta - UEFA Champions League Round of 16: Second Leg


"È stato un crescendo di emozioni - si legge su Tuttomercatoweb.com -, a giugno saranno dieci anni da quando, con la mia famiglia, siamo tornati all'Atalanta. Dieci anni in crescendo, dalla promozione in Serie A ai nove campionati consecutivi disputati nella massima serie, dall’Europa League all'essere ora tra le migliori otto squadre della Champions. L'emozione più forte è stata la qualificazione ai quarti di finale di Champions e l'immagine della squadra che a fine partita a Valencia ha dedicato a Bergamo e ai bergamaschi una vittoria storica".


Quale messaggio vuole mandare ai tifosi dell'Atalanta?

"I nostri tifosi sono incredibili soprattutto nei momenti di estrema difficoltà, c’è un’alchimia speciale. Oggi viene solo da piangere, ma mi auguro che quanto conquistato dall’Atalanta in questi anni possa strappare un sorriso al popolo che ci segue in questi giorni difficili".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!