Perché con "Parasite" trionfa anche l'Italia

Rita Lofano

Storico trionfo per "Parasite" del regista sudcoreano Bong Joon-ho alla 92esima edizione degli Oscar del cinema. E' il primo film non in lingua inglese premiato dall'Academy con la statuetta piu' ambita di Hollywood. La pellicola si e' aggiudicata 4 Oscar su 6 nomination. Ha vinto anche per la regia, come migliore sceneggiatura e come migliore film straniero.

E in "Parasite" c'è anche un pezzo di Italia, con le note di "In ginocchio da te" di Gianni Morandi. Vincitore a Cannes e ai Golden Globes, è stato il primo film non americano ad aver ricevuto il premio per il miglior cast agli Screen Guild Awards, 4 nomination ai Bafta, 12 ai Golden Derby Awards.

Appena due giorni fa era stato lo stesso cantante a farlo notare in un post su Facebook: 


Il perché, aveva commentato poco dopo ai microfoni di Sky, "non me lo so spiegare, in Corea non ci sono mai stato!". "Quel pezzo venne arrangiato da Ennio Morricone, uno che di Oscar se ne intende. Il film è bellissimo e farò il tifo per loro. Chissà, magari mi invitano in Corea per fare una tourneé...". Da quel testo nacque anche un film "che portava lo stesso nome della canzone. Costò 50 milioni delle vecchie lire e incassò un miliardo".