Perché Donnarumma non ha esultato dopo l'ultimo rigore con l'Inghilterra

·1 minuto per la lettura

AGI - Non era freddezza, solo il fatto di non essere certo che fosse tutto finito: Gigi Donnarumma ha spiegato la sua impassibilità dopo la parata sul rigore di Saka che ha regalato agli azzurri il titolo europeo. "Dopo il rigore parato a Saka non avevo capito che avevamo vinto", ha spiegato il 22enne portierone azzurro a Sky, "mi sono girato verso l'arbitro per accertarmi che fosse tutto ok, perché adesso con il Var controllano se ti sei mosso prima del tiro. Poi ho visto i compagni correre verso di me e da lì è iniziato tutto".

GUARDA ANCHE - Scambio di battute tra Florenzi e Donnarumma, cosa si sono detti

"Ero già a terra al rigore di Jorginho, pensavo che era finita e invece ho dovuto continuare", ha spiegato Donnarumma, "ora con la Var guardano sempre i piedi perché non puoi essere avanti alla linea, allora mi sono girato verso l'arbitro per capire se era tutto ok. Poi ho visto i miei compagni che venivano verso di me e da lì è partito tutto, non ho capito più niente".

GUARDA ANCHE - Draghi e il siparietto con Donnarumma

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli