Perché la famiglia di Paolo Borsellino diffida Fratelli d’Italia

borsellino fratelli d'italia

La famiglia di Paolo Borsellino si scaglia duramente contro Fratelli d’Italia. I figli del famoso magistrato contestano al partito capitanato da Giorgia Meloni un uso improprio da parte del partito dell’immagine del padre.

L’immagine di Borsellino

“Con riferimento ai manifesti elettorali del movimento politico ‘Fratelli d’Italia’ che indebitamente recano l’effige di nostro padre e la dicitura ‘Borsellino vive‘, oltre a dissociarci decisamente da questa improvvida iniziativa diffidiamo pubblicamente i responsabili del partito politico dall’utilizzare in qualsiasi forma e modo l’immagine e il nome di Paolo Borsellino”. Con questa dichiarazione i figli Manfredi, Lucia e Fiammetta condannano pubblicamente il partito di Giorgia Meloni. “Ci riserviamo per ogni altro aspetto di adire le vie legali per l’uso improprio e illegittimo che è stato fatto dell’immagine e del nome di nostro padre”

La polemica nasce dall’utilizzo dell’immagine di Paolo Borsellino, il famoso magistrato del pool anti-mafia morto nella strage di via D’Amelio, su un manifesto per sponsorizzare un incontro tenuto nel comune di Podenzano, in provincia di Piacenza. A questo avrebbero preso la parola tre esponenti del partito, Tommaso Foti, Wanda ferro e Andrea Del Mastro. La pubblicità della conferenza riporta “Con lo Stato, contro ogni mafia” e l’immagine del magistrato. Sotto di questo è possibile osservare la scritta “Borsellino vive”.

Anche il fratello si è esposto pubblicamente per difendere l’immagine del magistrato. Infatti ha dichiarato che “Nonostante io pensi che la tutela dell’immagine di Paolo Borsellino spetti soprattutto ai figli, non posso fare a meno di rimanere sconcertato e addolorato dall’utilizzo dell’immagine di mio fratello accostata a quella di un partito politico e in occasione di una competizione elettorale”.