Perché l'Orchestra multietnica di piazza Vittorio suona il "Va Pensiero" -2

Red-San

Roma, 18 dic. (askanews) - Questa versione inedita del Va' pensiero, è inclusa nel repertorio de "L'Orchestra di Piazza Vittorio all'Opera", concerto che propone le arie tratte dalle opere che negli ultimi dieci anni di attività l'Orchestra ha reinterpretato (Il Flauto Magico e il Don Giovanni di Mozart, la Carmen di Bizet), traendo ispirazione dai musicisti dell'Ottocento che nei vicoli di Napoli rappresentavano le partiture di maggiore ispirazione popolare per coinvolgere le classi meno abbienti. Prossime date dell'OPV all'Opera: 21 febbraio a Pesaro, 6 e 7 marzo a Modena, 8 marzo a Cesena, 9 marzo a Gonzaga (MN) e il 10 marzo a Cremona. Nata nel 2002 sulla spinta di artisti, intellettuali e operatori culturali con la volontà di valorizzare l'omonima Piazza dell'Esquilino di Roma, per antonomasia il rione multietnico della città, l'OPV ideata e creata da Agostino Ferrente e Mario Tronco, ha accolto dalla sua nascita oltre 100 musicisti provenienti da ogni parte del mondo e da ambiti musicali differenti, la maggior parte dei quali ha trovato proprio nell'Orchestra un'occasione di riscatto e ha acquisito la cittadinanza italiana. Il video è stato realizzato grazie al contributo della "Fondazione Cultura e Arte", ente strumentale della "Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale", presieduta dal professor Emmanuele F. M. Emanuele.