Perché Russia e Iran sono alleati?

È a Astana, attorno a questo tavolo per i negoziati in Siria che si è progressivamente consolidata l’alleanza economica e politica tra Russia e Iran.

È un fatto che di fronte alle divisioni dell’Occidente, ai passi falsi di Washington, nonché alle ambiguità turche, Mosca e Teheran si sono intese in terra siriana: lo sforzo comune a sostegno di Assad, dapprima diplomatico, si è poi trasformato in un attivo appoggio militare.

L’apertura da parte di Teheran allo schieramento dei bombardieri Tupolev nella base di Hamadan conferma una visione comune che potrebbe andare oltre la Siria stessa..

Così facendo l’Iran ha tirato dalla sua parte un prezioso alleato alla causa sciita; tutto questo d’altra parte fa il gioco di Mosca che assurta a interlocutore di riferimento della mezzaluna sciita ritrova un’importante influenza nella regione.

Tanto che lo stesso Benjamin Netanyahu si è recato a Mosca prima di Rohani per far partecipe Putin dei propri timori sull’Iran riguardo la Siria.

Su questo delicatissimo scacchiere internazionale, Putin cerca di giostrare a proprio vantaggio anche gli scambi economici; l’anno scorso il commercio tra Russia e Iran è incrementanto del 70%, sono aumentate in modo particolare le commesse militari da parte di Teheran verso l’ industria russa.

Se l’intesa continua in questi termine, c‘è chi ipotizza un prossimo ingresso di Teheran nella Unione economica euroasiatica, costituita nel 2014 per armonizzare le normative economiche e favorire l’interscambio tra gli stati aderenti.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità