Perché si festeggia Ferragosto? Significato e origini della festa dell’estate

Perché si festeggia Ferragosto? Significato e origini della festa dell’estate (Getty)
Perché si festeggia Ferragosto? Significato e origini della festa dell’estate (Getty)

Ferragosto, giornata di picnic e degli intramontabili gavettoni in spiaggia, ha origini molto antiche, che risalgono addirittura al 18 a.C. La festa, laica in origine, cadeva nel primo giorno del mese di agosto. Si iniziò invece a festeggiarla il 15 quando la Chiesa cattolica, appropriandosi della festa pagana, fece coincidere i festeggiamenti laici con quelli dell’Assunzione di Maria. Ma è solo più tardi, durante il ventennio fascista, che il Ferragosto diventa la festa che tutti conosciamo.

Il termine Ferragosto deriva dal latino, Feriae Augusti, che significa “riposo di Augusto”. Si trattava in origine di festività istituite dall’imperatore romano, che coincidevano con la fine dei lavori nelle campagne. Il periodo di Ferragosto, che iniziava con il primo giorno del mese di agosto, era dunque un momento di riposo dopo l’attività agricola e consisteva in giochi e festeggiamenti con animali, e corse di cavalli.

GUARDA ANCHE: Turismo, Ferragosto da tutto esaurito in Italia

Ferragosto ha iniziato a coincidere con il 15 di agosto quando la Chiesa cattolica, facendo propria la festività pagana, ha iniziato a far cadere la festa con le celebrazioni per l’Assunzione della Vergine Maria. Ma sarà solo con l’avvento del periodo fascista che Ferragosto assumerà le caratteristiche proprie di come lo conosciamo. Durante la seconda metà degli anni venti, il regime aveva dato il via a gite fuori porta popolari rese possibili grazie a dei treni “speciali”. Grazie a tariffe vantaggiose dei biglietti, infatti, i lavoratori potevano sfruttare il giorno di Ferragosto per spostarsi verso mete montane o marittime che sarebbe state loro precluse a condizioni normali.

GUARDA ANCHE: Ferragosto, le curiosità che forse non sapevi