Perego (Fi): importante avere difesa comune europea

Pol/Arc

Roma, 30 gen. (askanews) - "Condivido pienamente quanto dichiarato dal Generale Graziano Presidente del Comitato Militare Europeo che oggi, in audizione in commissione Difesa, ha ribadito l'importanza di avere una difesa comune europea visto il contesto geopolitico attuale, in particolare a tutela del Mediterraneo, interessato da attività di diversi attori non Eu tra cui la Turchia con le manovre della nave Yavuz nel blocco 8 delle acque di Cipro di pertinenza Eni e Total". Lo afferma, in una nota, Matteo Perego, deputato di Forza Italia.

"Sono anche convinto - prosegue - che la difesa europea comune passi per un processo di integrazione e rafforzamento delle industrie del settore, trovo pertanto inspiegabile che l'antitrust europea si esprima contro la fusione di Fincantieri con STX. Ricordo tra l'altro che l'Italia come conseguenza della Brexit sarà l'unica nazione europea dotata di una portaerei, la Cavour, con capacità area di 5 Generazione, gli F35 di cui la Francia non dispone. Tuttavia per garantire un ruolo da protagonista l'Italia non può continuare ad investire solo l'1.15% del proprio PIL in Difesa se altri paesi europei hanno già raggiunto il target Nato del 2%".