I pericolosi inseguimenti di una stalker al volante

·1 minuto per la lettura
Agf

AGI - Non messaggini o telefonate minatorie o appostamenti sotto casa ma una continua aggressione al volante con tentati tamponamenti, manovre contromano, 'blocchi'. Un'ira irrefrenabile ha portato una donna di Crema a mettersi alla guida della sua auto per inseguire il marito, da cui si sta separando, mettendo in serio pericolo se stessa, lui e agli altri che guidavano nei paraggi.

Sorpassi pericolosi

I carabinieri, intervenuti in più occasioni per frenarla, ora gli hanno imposto di stare alla larga dall'uomo.   Lunga la sequenza della manovre spericolate. A metà gennaio, riferiscono i militari, lo ha inseguito a lungo con la sua auto, minacciando di speronarlo. Accelerava in modo repentino per poi frenare bruscamente poco prima di colpire il paraurti posteriore della vettura dell'ex compagno di vita oppure tentava di sorpassarlo, mettendo a rischio gli altri automobilisti.

A febbraio ha imboccato contromano una strada per impedire il passaggio del marito, a marzo si è messa davanti all'auto dell'uomo per non farlo ripartire e, in un'altra circostanza, lo ha inseguito per strada minacciando di tamponarlo e mantenendo condotte pericolose di guida.

Il vassoio in faccia

Non solo in strada ma anche al ristorante si è sfogata la rabbia. Si è presentata in un locale dove lui era con amici lanciandogli addosso un vassoio pieno di cibo.  A quel punto, lui ha presentato una denuncia ricca di dettagli, facendo notare che le minacce stavano diventando sempre più frequenti.

I carabinieri hanno firmato il provvedimento per tutelare la sua libertà di movimento e proteggerlo dai comportamenti della donna alla quale hanno imposto di non comunicare col marito per nessun motivo e con qualsiasi mezzo e di non avvicinarsi a lui in nessuna occasione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli