Perizia per la verifica dell’alibi di Anna Corona: le novità sul caso Pipitone

·2 minuto per la lettura
Caso Denise Pipitone, perizia per Anna Corona
Caso Denise Pipitone, perizia per Anna Corona

Continuano le novità sul caso della piccola Denise Pipitone. Secondo quanto riportato da Sky Tg24 sarebbe in corso una perizia. Accertamenti da parte di una grafologa forense per verificare la paternità delle firme poste sul registro delle presenze sul luogo di lavoro di Anna Corona. Sono in corso ulteriori indagini per chiarire il quadro completo della situazione.

Indagini sulla scomparsa di Denise Pipitone, perizia per Anna Corona

Questa perizia sarebbe stata richiesta per accertare le firme di Anna Corona. Il procedimento ha come protagonista principale Giacomo Frazzitta, avvocato della famiglia della bambina scomparsa da Mazara del Vallo nel 2004.

Al vaglio la firma di Anna Corona

La consulente richiesta da Frazzitta avrà il compito di accertare la firma dell’ex moglie di Pietro Pulizzi, padre naturale di Denise e attuale marito di Piera Maggio. Anna Corona, insieme a Giuseppe Della Chiave, è stata iscritta nel registro degli indagati: il provvedimento è stato deciso dalla Procura di Marsala.

Anna Corona, le accuse

Anna Corona ha sempre dichiarato di trovarsi, al momento del rapimento di Denise, presso il luogo di lavoro. Le indagini, secondo quanto riportato da Sky Tg24, avrebbero accertato invece l’allontanamento dall’albergo in cui stava lavorando.

Nel corso di un’intervista rilasciata a “La Vita in diretta”, rilasciata da una collega di lavoro di Anna Corona, la donna avrebbe confermato di aver firmato l’uscita alle 15,30. Secondo questa nuova testimonianza, Anna Corona sarebbe stata raggiunta sul luogo di lavoro da entrambe le figlie.

La posizione di Piera Maggio

Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone, ha commentato in conferenza stampa la presentazione della Commissione parlamentare d’inchiesta per la piccola scomparsa. “Oggi posso dire che lo Stato finalmente c’è e si sta occupando di questa vicenda in modo concreto e preciso. Spero che questa commissione d’inchiesta – commenta Piera Maggio – venga accolta da tutti i gruppi parlamentari, non c’è dietro una bandiera politica”.

Raggiunta dai microfoni della trasmissione “La Vita in diretta”, la collega di Anna Corona avrebbe confessato di aver falsificato la firma della madre di Jessica Pulizzi il giorno della sparizione di Denise Pipitone: “Me lo ha chiesto solo quella volta, ho fatto una cortesia ad una collega. Non sono di certo una complice – ha commentato la donna – se lei dovesse c’entrare in questa storia“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli