Perquisizioni e sgomberi in via Gola a Milano: il blitz della Polizia

La polizia entra in via Gola

La polizia è intervenuta in via Gola a Milano per sgomberi e perquisizioni fin dall’alba. È partita alle prima ore della mattinata del 18 febbraio 2020 l’operazione della Polizia di Stato. Sul posto agenti della squadra Mobile, del commissariato Porta Ticinese, della Scientifica e del Reparto mobile.

Sgomberi in via Gola a Milano

Via Gola è una delle zone più problematiche di Milano a causa della presenza di spaccio di droga e abusivismo. Nella notte di Capodanno una squadra dei vigili del fuoco fu aggredita e assalita mentre cercava di spegnere un rogo appiccato in strada. Proprio per questo il 16 gennaio scorso erano scattati i primi blitz in via Gola che avevano portato all’arresto di occupanti abusivi, pusher e trapper.

È il terzo blitz della Polizia di Stato, il 4 febbraio gli agenti si erano fatti trovare all’alba in via Picchi al civico 3 e al 23 e 27 di via Gola cercando droga e irregolari. In quella occasione in via Picchi erano stati trovati una donna croata di 20 anni irregolare, due marocchini e un pitbull addestrato per fare da «guardia». In via Gola invece c’erano un’italiana, un marocchino irregolare e due cani lasciati in condizioni igieniche pessime. Tutti gli appartamenti sono stati poi blindati e riaffidati ad Aver. Anche questa volta gli agenti probabilmente saranno alla ricerca di droga e armi da fuoco nascoste. Sul posto ora ci sono agenti della squadra Mobile, del commissariato Porta Ticinese, della Scientifica e del Reparto mobile.