I personaggi in cerca di riscatto al cinema: da “Ricomincio da Capo” fino a “Io sono Tempesta”

Marco Giallini in una scena del film

A volte la vita offre una seconda possibilità. Quella del riscatto che consente di rimediare e rimettersi in pari. Marco Giallini è Numa Tempesta, un finanziere che gestisce un fondo da un miliardo e mezzo di euro e abita da solo nel suo immenso hotel deserto. Questo è l’inizio di “Io sono Tempesta”, il nuovo film di Daniele Luchetti, al cinema dal 12 aprile. Ma il grande schermo ha avuto anche altre storie di “riscatto”.

Io sono Tempesta

Numa Tempesta ha soldi, carisma, fiuto per gli affari e pochi scrupoli. Un giorno la legge gli presenta il conto: a causa di una vecchia condanna per evasione fiscale dovrà scontare un anno di pena ai servizi sociali in un centro di accoglienza. E così, il potente Numa dovrà mettersi a disposizione di chi non ha nulla, degli ultimi. Alla fine, come nel miglior cinema di Daniele Luchetti, bisognerà chiedersi: chi sono i buoni, se ci sono? Il film arriva nelle sale il 12 aprile 2018.

.

Ricomincio da capo

Il titolo originale è “Groundhog Day”, il Giorno della marmotta che nella piccola città di Punxsutawney, in Pennsylvania si festeggia il 2 febbraio. Phil Connors è un antipatico meteorologo televisivo che si reca sul luogo per fare un servizio ma ogni mattina si sveglia ed è sempre lo stesso giorno. Questa vita ripetitiva lo snerva e non ne può più di vivere sempre il Giorno della marmotta. Phil decide allora di aiutare il prossimo, scopre i suoi talenti e capisce i bisogni degli altri. Solo così, con il suo “riscatto sociale” rompe l’incantesimo e trova il vero amore.

La locandina di “Ricomincio di capo”

Una poltrona per due

Il film è del 1983, con Eddie Murphy e Ralph Bellamy. Louis Winthorpe III è un ricco agente di cambio, vive a Filadelfia con un fedele maggiordomo. Billie Ray Valentine, invece, è un senzatetto che vive di espedienti. Le vite dei due, agli opposti, si incrociano alla vigilia di Natale. Alla fine i due si alleano per “riscattarsi” e far finire in rovina chi li aveva manipolati.

Si può fare

Il protagonista Claudio Bisio è Nello, un sindacalista che dopo aver scritto un libro sul mondo del mercato viene attaccato duramente dai “compagni” e trasferito in una cooperativa che accoglie i pazienti dimessi dai manicomi. La sua redenzione avviene, quindi, aiutando queste persone diversamente abili.