Perugia, bimba di 3 anni cade nella piscina dello zio: è grave

Bimba cade in piscina, è grave

È grave la bimba di tre anni caduta nella piscina dello zio a Collazone, piccolo Comune umbro in provincia di Perugia. La bambina, informa Fanpage, vive a Roma ma si trovava nei pressi di Todi insieme ai genitori per far visita allo zio in occasione del fine settimana. Stava giocando in giardino, nella tarda mattinata, quando è caduta in acqua d’acqua e ha rischiato di annegare. È stata salvata solo dal repentino intervento dei parenti, ma le sue condizioni sono gravi e i medici temono per la sua vita.

Bimba in terapia intensiva

La bimba è stata immediatamente soccorsa dal personale del 118, che l’ha trasportata in ambulanza all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Quando è arrivata in pronto soccorso presentava chiari sintomi di asfissia. I medici sono riusciti a rianimarla ma, date le gravi condizioni in cui versava, hanno deciso di trasferirla al Bambin Gesù di Roma in eliambulanza. Qui è stata ricoverata nel reparto di terapia intensiva.

Arezzo, bimbo salvato dal padre

Tragedia sfiorata a Cavriglia, in provincia di Arezzo. Intorno alle 11 di mattina di domenica 16 giugno un bambino di 4 anni ha rischiato di annegare nella piscina della sua casa, riporta Arezzo Notizie. Resta ancora da ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto, ma sembra che il piccolo stesse giocando in giardino quando è caduto in acqua. Ad accorgersene è stato il padre, che si è subito tuffato e l’ha tirato fuori dalla piscina, per poi eseguire le manovre di rianimazione in attesa dei soccorritori. I medici del 118 hanno disposto il trasferimento del bimbo all’ospedale delle Scotte di Siena per sottoporlo agli accertamenti del caso.