Pescatori liberi, Berlusconi e l'intervento di Putin

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

L'ex premier Silvio Berlusconi ha chiamato al telefono il comandante del peschereccio 'Medinea' Marco Marrone per esprimergli vicinanza dopo la liberazione dei 18 pescatori. A fare da tramite il Presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè, commissario regionale di Forza Italia in Sicilia, venuto a Mazara per l'arrivo dei due pescherecci.

"Berlusconi è stato molto gentile - dice Marco Marrone - mi ha detto di avere seguito la vicenda fin dall'inizio e ci ha fatto gli auguri". Berlusconi, come dice Marrone, "ha parlato durante la telefonata anche di Putin". Secondo Marrone, Berlusconi avrebbe parlato di un "ruolo del presidente russo nelle trattative". Ma non aggiunge altro.

Intanto, è in corso l'interrogatorio di Marrone da parte dei Ros dei Carabinieri nella caserma di Mazara del Vallo. Il comandante è arrivato poco dopo le 15 in caserma. E' stato lui per primo a raccontare al suo armatore quanto accaduto nei 108 giorni di prigionia in Libia.