Pesco(M5s): Mes vincolo inaccettabile

Adm

Roma, 23 mar. (askanews) - Il Mes è uno "strumento inaccettabile". Lo dice Daniele Pesco M5s), presidente della commissione bilancio del Senato.

"L'emergenza innescata dal coronavirus, con tutte le sue conseguenze economiche, ha ormai reso chiara l'inadeguatezza delle regole ragionieristiche sin qui seguite dall'Unione europea. Per questo, come ha detto il capo politico del MoVimento 5 Stelle, Vito Crimi, è pienamente condivisibile l'appello lanciato dai 67 e più economisti italiani per una nuova stagione europea".

Aggiunge Pesco: "Il Mes, da più parti invocato in questi giorni, è uno strumento che presenta delle condizionalità automatiche, in grado di vincolare pesantemente i Paesi dell'eurozona che dovessero accedere ai suoi fondi. Né ci convince, come pure si è provato a fare, la formula di un Mes che eroga fondi con condizionalità attenuate o differite nel tempo".

"Non è questo - conclude - il momento di condizioni o strettoie, in qualsiasi modo declinate. E' invece il momento di strumenti europei di debito solidale, che distribuiscano in modo paritetico l'onere degli interessi. Gli eurobond dovranno essere uno strumento innovativo e federale, è quindi un errore di fondo utilizzare a tale scopo un vecchio strumento nato con regole non adeguate al periodo attuale e per altri scopi".