Il decreto Sostegni fa litigare Enrico Letta e Matteo Salvini

·1 minuto per la lettura

AGI - Duro botta e risposta fra Enrico Letta e Matteo Salvini. Materia del contendere il decreto Sostegni che ieri ha visto la luce in Cdm al termine di un duro confronto nella maggioranza. Per il segretario dem la giornata di ieri ha sancito la promozione piena di Draghi e la bocciatura, invece, del leader leghista.

GUARDA ANCHE - Chi è Enrico Letta

Si legge in un tweet di Letta: "Molto bene. Il #DecretoSostegni interviene su salute, scuola, turismo, cultura e aiuta lavoratori e imprese. Bene #Draghi. Bene i Ministri. Male, molto male che un segretario di partito tenga in ostaggio per un pomeriggio il cdm (senza peraltro risultati)". Conclude Letta: "Pessimo inizio #Salvini".

La replica di Salvini non si è fatta attendere: "C'è chi pensa allo ius soli e c'è chi pensa ad aiutare gli italiani in difficoltà con un decreto da 32 miliardi. Basta con le polemiche, Enrico stai sereno”.

Aggiunge Salvini: “Lavoro benissimo con il presidente Draghi, stiamo maturando una conoscenza personale quasi quotidiana. Anche ieri abbiamo trovato una soluzione positiva. Leggevo di scontri inesistenti, mi spiace che il segretario del Pd Letta, per ricordarsi di esistere, ogni giorno ne deve inventare una, dal voto ai sedicenni allo Ius soli, a Salvini che tiene in ostaggio un Cdm”.