Pestaggio razzista a Palermo: identificati gli aggressori

ragazzo pestato palermo

Sono stati tutti identificati gli autori di un brutto gesto di razzismo nei confronti di un senegalese ventenne a Palermo. Nella notte tra sabato 8 e domenica 9 febbraio un ragazzo è stato vittima di un pestaggio e di insulti razzisti.

20enne pestato, identificati gli aggressori

La polizia ha identificato i colpevoli dell’aggressione avvenuta a Palermo. Si tratta di quattro ragazzini, tutti minorenni. Oltre a loro è stato identificato anche un adulto, ripreso dalle telecamere di sorveglianza. L’uomo non risulta però sul registro degli indagati in quanto avrebbe avuto un ruolo marginale nell’aggressione. L’età dei ragazzini, come anche altri elementi, non sono ancora stati resi noti. Complessivamente, gli artefici dell’aggressione sarebbero più dei quattro identificati: le autorità parlano di dieci aggressori, con ruoli diversi. Intanto gli inquirenti del commissariato “Centro”, coordinati dalla sostituta procuratrice per i minorenni Paola Caltabellotta, stanno cercando di identificare gli altri.

Pestaggio razzista a Palermo

Intanto il ragazzo aggredito, Boubacar Kande, ha riportato una ferita al sopracciglio. Per lui prognosi di 10 giorni. L’aggressione è avvenuta in due riprese prima nei pressi della Banca d’Italia, poi vicino al Teatro Massimo. Il ragazzo stava tornando a casa da lavoro quando è stato accerchiato da più ragazzini, i quali oltre a pronunciare insulti razzisti, si sono scagliati contro il ragazzo, colpendolo con calci e pugni e poi dandosi alla fuga. Boubacar ha postato una foto delle ferite riportate sui social, denunciando l’accaduto.