Peter Jackson, il nuovo documentario sui Beatles in esclusiva su Disney+

·2 minuto per la lettura

Il nuovo documentario sui Beatles a opera di Peter Jackson debutterà nel weekend del Giorno del Ringraziamento, in esclusiva su Disney+.

Lo sceneggiato da sei ore, che includerà scene inedite dei Fab Four, verrà trasmesso in tre episodi da due ore ciascuno, a partire dal 25 novembre.

Jackson lavora da tre anni sul restauro e l’editing dei filmati d’epoca per confezionare «The Beatles: Get Back».

Uno dei primi ad aver visto lo show è stato il dirigente della Walt Disney Company, Bob Iger.

«In quanto grande fan dei Beatles, sono assolutamente entusiasta che Disney + sarà la casa di questa straordinaria serie di documentari del leggendario regista Peter Jackson» ha detto a Deadline. «Questa fenomenale raccolta di filmati inediti offre uno sguardo senza precedenti sul forte spirito di squadra, sul genio della scrittura di canzoni e sull'impatto indelebile di una delle band più iconiche e culturalmente influenti di tutti i tempi, e non vediamo l'ora di condividere “The Beatles: Get Back” con i fan di tutto il mondo».

«In sei ore, osserverete i Beatles da una prospettiva intima, che nessuno pensava fosse possibile», ha aggiunto Jackson. «Sono molto grato ai Beatles, alla Apple Corps e a Disney per avermi permesso di presentare questa storia esattamente nel modo in cui dovrebbe essere raccontata. Sono stato immerso in questo progetto per quasi tre anni e sono molto emozionato che il pubblico di tutto il mondo potrà finalmente vederlo».

Il documentario è stato ricavato da un filmato di circa 60 ore, girato nel gennaio del 1969 da Michael Lindsay-Hogg, mentre John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr si preparavano a tornare insieme sul palco dopo oltre 2 anni, nella leggendaria esibizione sul tetto dell'edificio che ospitava gli uffici della Apple Corps, al numero 3 di Savile Row, a Londra.

Ringo si è espresso sul documentario in una recente intervista su Zoom.

«Il documentario originale non mi suscitava nessuna emozione. Era focalizzato solamente su qualcosa che era accaduto tra due dei ragazzi (McCartney e Harrison», ha detto. «Il concerto sul tetto durava circa sette o otto minuti. Invece in quello di Peters è di 43 minuti. La musica e la gioia sono al centro della narrazione».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli