De Petris LeU): Ponte Stretto opera inutile, IV si rassegni

Rea

Roma, 18 giu. (askanews) - "Il senatore Faraone e Italia viva hanno il diritto di proporre quello che vogliono, anche un'opera folle, inutile, gi rivelatasi costosissima anche solo in fase ipotetica, disastrosa per l'ambiente, preziosa solo per mafia e 'ndrangheta, come il Ponte sullo Stretto. Ma il senatore Faraone e Italia viva devono aver confuso questo governo con uno di quelli guidati da Silvio Berlusconi, il cui sogno era non a caso proprio il Ponte sullo Stretto". Lo afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto, dopo le dichiarazioni in aula del capogruppo di Iv Faraone a favore del Ponte.

"Conviene essere assolutamente chiari. Il Ponte sullo Stretto non un'opzione rimasta aperta in attesa di decisione. Tutte le analisi europee e tutte le valutazioni di impatto ambientale lo hanno bocciato senza appello. Stiamo ancora pagando costi esorbitanti anche solo per averne parlato. Il tentativo di usare la crisi innescata dalla pandemia per riaprire un capitolo gi chiuso non ha alcuna possibilit di successo e sar bene che Italia viva se ne faccia rapidamente una ragione", conclude la presidente De Petris.